Ellaidhoo 2003
http://www.sikom.net/ellaidhoo

Ellaidhoo 10 aprile 2003 By Fausto&Mary

Dopo aver vivisezionato il Forum di TuttoMaldive per almeno due mesi alla ricerca di informazioni preziose, siamo finalmente partiti per Ellaidhoo il 10 Aprile dalla Malpensa volo EuroFly ore 18.45. Notte in bianco sull’aereo, è dura, almeno per me,  dormire seduti,  film solo in inglese e spagnolo ma si arriva a Malè con mezz’ora di anticipo alle 7.30 (+3 dall’italia). Sbrigate velocemente le formalità doganali e i bagagli troviamo subito il desk Teorema e le indicazione per salire sulla barca veloce, alle 8.45 siamo già partiti, durante il tragitto (90 minuti) l’assistente Teorema Michela, molto gentile e disponibile, ci dà tutte le info per l’arrivo all’isola, che avviene in perfetto orario 11.15 (+4 dall’italia). 

Il primo impatto è ottimo, il personale del resort appare gentile e disponibile, il caldo si fa sentire (sole e umidità). Isole maldive : Ellaidhoo resort isola di Ellaidhoo e Maaga atollo di Ari nord By Fausto&Mary Il benvenuto con un cocco da bere e dopo 10  minuti siamo nel bungalow n.113.

Bello, spazioso, fresco, con il famoso bagno maldiviano (per metà a cielo aperto), e una bella veranda a tre metri dalla laguna. Arrivano subito anche le valige e conosciamo subito il nostro simpatico room-boy che ci stupirà ogni mattina decorandoci il letto con composizioni di lenzuola  e fiori. Ci cambiamo e subito in acqua, le sensazioni sono tante, siamo un po’ frastornati, ma la natura che ci circonda, acqua, sabbia e la vegetazione sono veramente quelle che ti aspetti nel paradiso terrestre. Un’altra scoperta è la varietà della fauna presente nell’isola, sotto e sopra l’acqua. Davanti al nostro bungalow c’era un muretto alto circa un metro prima di entrare in acqua, ed era un punto di osservazione ottimale per ammirare indisturbati tutti gli animali che vivevano nella laguna, oltre a un enorme branco di pesciolini abbiamo visto pesci di ogni dimensione e anche uno squaletto pinna nera che veniva praticamente a riva quasi tutti i giorni, avevamo un airone come vicino di spiaggia e spesso passavano i due simpatici pellicani dell’isola.  

Isole maldive : Ellaidhoo resort isola di Ellaidhoo e Maaga atollo di Ari nord By Fausto&Mary

Il bungalow e anche le strutture pubbliche venivano puliti giornalmente, anche la spiaggia ed i vialetti venivano sempre ripuliti.

L’isoletta di Maaga, collegata due volte al giorno con un Dhoni, è un gioiellino, ha una bella laguna e una vegetazione molto particolare. Lì ho passato una delle più belle serate delle mie vacanze, una cena sulla spiaggia con aragosta, vino italiano, una luna piena enorme e luminosissima e tanta musica. Abbiamo ballato tutti sul bagnasciuga ed in un crescendo di allegria molti si sono tuffati in mare chi in biancheria intima, chi con i vestiti addosso, fino a tarda notte. 

Isole maldive : Ellaidhoo resort isola di Ellaidhoo e Maaga atollo di Ari nord By Fausto&Mary

Altra bella esperienza è la visita all’isola dei pescatori, dove si incontra la quotidianità di un villaggio di maldiviani, con gli sguardi teneri e profondi dei tantissimi bambini. 

I servizi dell’isola sono tutti buoni, dal ristorante variegato e di buon livello compreso il servizio ai tavoli, al negozietto ben rifornito anche se un po’ caro, meglio fare shopping all’isola dei pescatori. Al bar si può navigare e spedire e-mail a prezzi ragionevoli non come il telefono dalla reception (minimo tre minuti a 8$ cad.). Buoni i cocktail serviti dal bar, l’ultima sera, compresa nella consumazione, ci hanno regalato un giro completo dell’isola con tramonto compreso su un dhoni, con contorno di cocco fresco e noccioline. Viste dell’isola, del mare, del cielo e del tramonto stupende, ho scattato le foto più belle della mie vacanze.

L’assistente Teorema, Michela, era sempre presente e disponibile per ogni informazione di cui avevamo bisogno, ci accompagnava nelle escursioni, la trovavi alla reception tutte le sere ed era sempre rintracciabile per ogni evenienza.

Ho notato una fervente attività del centro diving dell’isola con un gran numero di persone che andavano a fare immersioni, sia con i dhoni che partendo direttamente dalla spiaggia già equipaggiati, durante una delle mie uscite con solo una maschera, appena fuori dai muretti a circa dieci metri dalla spiaggia, mi sono trovato avvolto dalle bollicine di due sub che esploravano il reef quattro/cinque metri sotto di me. 

La cosa più sorprendente rimane comunque la quantità e la varietà di pesci che si possono vedere appena messa la testa sott’acqua, uno spettacolo indescrivibile, un universo di colori e forme sempre diverse, chi ti giravano attorno fino a sfiorarti.

Il tempo scorre in una sensazione di serenità e tranquillità irreali, regalandoti sempre nuove emozioni in ogni incontro, in ogni angolo, dove volgi lo sguardo trovi sempre o un particolare o un panorama che ti prende e ti affascina, ed è di questo che si deve far tesoro per gustarsi tutto quello che questo paradiso ti dà.

Purtroppo, con la consueta puntualità, arriva anche il momento della partenza, sveglia alle 5.15 sotto una pioggia che sembra voler rendere meno triste il momento. Tutto procede secondo i programmi, barca, check in, imbarco e viaggio, ma il pensiero rimane sempre incollato ai ricordi di questa indimenticabile vacanza.

by Fausto&Mary