Kuredu settembre 2003  

settembre 2003 by  Daniela&Cristiano

dal 30 agosto al 7 settembre 2003 

Mi sono spesso chiesto come avrei dovuto redigere il racconto del nostro viaggio: parlare del volo, dell'assistenza, delle camere, della qualità del cibo. In tutto ciò Kuredu non mi sembra diversa da decine di racconti che ho già letto dunque per molti versi mi sembrava di sapere già tutto quello che mi stava per accadere prima che accadesse.
Perciò sapevo che mi avrebbero dato una bibita rinfrescante all'arrivo, sapevo che un cameriere si sarebbe preso cura di noi per tutto il soggiorno, sapevo che il room boy sarebbe ripassato la sera a fare le figure con le lenzuola. allora cercherò di raccontare tutto ciò che non sapevo e che potrebbe diversificare Kuredu da una qualsiasi altro resort.

Mancano ancora 2 giorni alla fine del tour in Sri lanka e siamo ormai già da un paio di giorni mentalmente protesi verso le mitiche. Lo squallore di colombo, capitale dello Sri lanka ci fa ancor di più pregustare l’attesa di volare a male.
Un voletto di un'ora e 20 necessita di tre ore d'anticipo per il check-in ma sui voli Emirates tutto fila liscio.
Si arriva dunque a Male e colui che si rivelerà il fido shareer è già pronto con il cartellino con il mio nome scritto sopra.
Isole Maldive Kuredu resort isola di Kuredhoo atollo di Lhaviyani by Daniela&Cristiano Mi aiuta a comprare una prepagata maldiviana per il cellulare, mi fa passare l' extra peso del bagaglio sottosilenzio con il suo amico della Maldivian Air Taxi e non c'è molto da aspettare nella lounge dei seaplanes prima che si decolli. L'idrovolante, un'esperienza a parte, alleggerente per il portafoglio ma pur sempre un'esperienza senza eguali e del resto necessaria per raggiungere il bordo all'estremo nord dell'atollo di lhaviani.
40 minuti di volo et voilà già dal finestrino mi gusto con anticipo la visuale del possibile bungalow che ci sarà assegnato. Abbiamo prenotato una jacuzzi beach villa che in ordine di categoria è seconda alla water villa e precede la beach villa ed il beach bungalow, una categoria a parte l'unica honeymoon water suite.

Comincerei proprio dalle sistemazioni: 

Watervilla: camera da letto a forma esagonale con annessa ampia stanza da bagno con doppio lavandino e doccia al chiuso, terrazza con tavolino cui si può accedere sia dalla stanza sia dal bagno e subito sotto un sun deck dove sistemare i propri lettini prendisole e poi giù nell'acqua. da questo lato sono presenti muretti antierosione a circa una trentina di metri dagli overwater.

Jacuzzi beach villa: ve ne sono solo 20 e sono sul lato dove la laguna è più estesa. saliti sulla veranda in legno rialzata, la camera è la medesima delle watervilla dunque esagonale con lettone e materasso
ortopedico, scrivania con specchi antistante, poltroncine e tavolino con lettore cd, condizionatore e pale, cassaforte ed armadio a muro. Oltre la camera si accede tramite una porta scorrevole a vetro ad un giardinetto
interno pavimentato in legno tipo sauna con in fondo la vasca idromassaggio. 

Isole Maldive Kuredu resort isola di Kuredhoo atollo di Lhaviyani by Daniela&Cristiano

Il cortiletto è comunicante con il bagnetto con annessa doccia a cielo aperto. Al bagno si accede anche direttamente dalla stanza.

Beach villa: anch'esse nuove e ricalcano lo stesso stile solo che non hanno il giardinetto con la vasca ma solo il bagno per metà all'aperto. La stanza da letto è la medesima anche in grandezza.

Beach bungalows: premetto che non li ho visti dentro ma da fuori fanno gran tristezza sia perché si vede che sono spartani e poi perché sono dislocati nel lato + angusto dell'isola ed in alcuni casi sono senza spiaggia o dove il mare non è praticabile per la presenza di rocce oppure messi proprio di fronte alle water villa.
Sistemazione consigliata a chi la camera la vede solo per dormire dunque che sono tutto il giorno a fare immersioni/snorkelling.

Kuredu dunque è grande, ha una capacità di 300 camere ma idealmente e praticamente si divide in 2 sottoresort che denominero’:

1)Sanghu
2)Kuredu centro

Sanghu è situato nella punta ovest dell'isola, quella dove c'è la lingua di sabbia per intenderci (lingua di sabbia che si puo estendere anche per un km in determinate condizioni). ai due lati della punta si diramano dal lato
nord gli overwater e al sud le jacuzzi beach villa. Coloro che alloggiano qui usufruiscono del Sanghu bar, Sanghu restaurant, Sanghu reception diciamo che qui il servizio è più accurato essendoci meno ospiti rispetto al main restaurant dove ci vanno tutti gli altri sull'isola. Iinsomma al Sanghu ci sono una cinquantina di camere mentre le altre 250 fanno riferimento a Kuredu centro.
a Kuredu centro, primo impatto quando si scende dall'idrovolante dopo aver precorso il lungo molo, c'è il centro sport acquatici, il diving, lo shop, il dottore, la piscina, il main restaurant ed altri ristoranti a la carte,
il bar principale dove si organizzavano le serate tipo live music per ballare al sabato, la presentazione del team diving con visione delle diapositive su schermo gigante, la corsa dei granchi che mi sono assicurato di disertare e poi ping pong, freccette insomma un ambiente vivace.
Sanghu e Kuredu centro sono divise da 15 minuti a piedi attraverso il lungomare oppure un servizio navetta dalle 9 alle 21. Spesso noi siamo rimasti al + tranquillo e discreto Sanghu bar con musica soft e lume di candela. 

Cos'altro si fa alle Maldive ?

Escursioni. disertate quasi tutte tranne la gratis sunset cruise, e l'indimenticabile gita di un giorno sulla britt. un giorno a zonzo per l'atollo di lhaviani a fare snorkelling nei siti migliori come il relitto, prendere il sole sul ponte e mangiare le prelibatezze preparateci dallo chef a bordo. 80 dollari ben spesi per una gita che ne vale 2. Anche con thrilling finale col motore che non voleva saperne di ripartire.

Il centro diving pro diver lo abbiamo sfiorato usufruendo solo di uno snorkel tour introduttivo sull'house reef dell'isola facilmente raggiungibile a poche bracciate dal molo mentre per quanto riguarda le immersioni riportiamo solo il gradimento espresso da altri con cui abbiamo parlato.

Sull'isola c'è anche un campo golf a sei buche, un mi si dice attrezzatissimo centro massaggi, ma chi li ha visti ?
Isole Maldive Kuredu resort isola di Kuredhoo atollo di Lhaviyani by Daniela&Cristiano La nostra giornata si dipanava benissimo tra snorkelling, bagni ed insolate, sabbia soffice bianchissima da accecarti la vista col sole, squaletti e raze che non raramente facevano le loro escursioni vicino la riva antistante la nostra villa, con le pause pasti a scandire il tempo che passava. il cibo: scelta dal buffet molto abbondante ma noi eravamo clienti fissi della postazione grill dove i cuochi cuocevano pesce, carne e pasta li' sul momento davanti a noi.

Dimenticavo che tutti i locali comuni bar, ristorante non hanno pavimento bensì sabbia.

Si giunge cosi’ troppo velocemente al giorno della partenza prevista sempre con idrovolante alle 17 (a proposito Kuredu si trova un’ora avanti rispetto all’ora di male). la buona notizia e’ che possiamo tenere la villa fino all’ ora di partenza percio’ praticamente ci siamo goduti in perfetta tranquillità sole e mare anche l’ultimo giorno fino a poco prima di salire sul idrovolante.

Il tempo di un ultimo drink grazie al nostro braccialetto all inclusive e poi via per il decollo, breve sosta a prendere altri passeggeri sulla vicina Komandhoo e poi via dritti a male ed e’ qui, sopra l’oceano indiano, riprendendo il turchese pezzato del mare maldiviano che la mia videocamera va in dissolvenza per non riaccendersi mai più se non nei nostri sogni ad occhi aperti. 

settembre 2003 by  Daniela&Cristiano