Maayafushi 2002  

Periodo di permanenza: dal 22/07/2002 al 06/08/2002.
Tour Operator: Viaggidea.

By
Elena

Maayafushi è un villaggio "Escape" ed è venduto da Viaggidea che fa parte del gruppo Alpitour. 
Abbiamo volato con Air Europe (767 in andata e 777 al ritorno,
con 5 ore di ritardo). Ottimo il servizio in andata (soprattutto i pasti) e ottima la scelta dei film sul 777. Il trasferimento all'isola è stato in idrovolante e, che posso dirvi? è come tutti gli idrovolanti... quando atterra sembra di buttarsi con l'elastico (vagamente!). Comunque superbo! E' stata la mia prima volta, avevo sempre prenotato la barca, d'ora in poi non lo farò più! Isole Maldive Maayafushi resort isola di Mayafuhi atollo di Ari nordCome benvenuto sull'isola mi aspettavo, come accade altrove, di pranzare. E invece ci hanno portato quattro pezzetti di pizza freddi e due melanzane fritte. Insomma, non mangiavamo da ore! Con tutto quello che abbiamo pagato! Ci sono venuti incontro sul pontile quattro animatori (praticamente lo staff al completo) e la prima cosa che mi ha chiesto una ragazza è stata la seguente: "Vedi Beautiful? Mi racconti come vanno le cose alla Forrester? Io, da grande appassionata di Beautiful, le ho raccontato tutte le puntate che andavano già in onda negli States... Non mi ha dato più tregua! E' stato divertente. Dopo soli 15 minuti eravamo già in camera con i bagagli fuori dalla porta. Maayafushi ha un reef interessante, essendo situata a bordo atollo, e quindi è ottima per lo snorkeling. E' piuttosto "piccola" (la si può girare in meno di dieci minuti) ed ha una lingua di sabbia molto suggestiva che dirada verso il mare.
Questa lingua di sabbia è la spiaggia "principale", ben curata e pulita come tutto il resto dell'isola e ci sono poi, sull'altro versante dell'isola, tra i frangiflutti, piccole spiagge, assai meno suggestive, proprio dinanzi ad alcuni beach bungalows. Sulla bellissima lingua di sabbia, che si vede su tutti i cataloghi, lettini e ondine a volontà... ma che mal di schiena senza cuscinetti imbottiti (che ho sempre trovato altrove). Il reef, vicinissimo, è molto ricco essendo l'isola situata a bordo atollo: cernie, surgeon fishes, pesci pagliaccio, pesci pappagallo, barracuda, qualche aquila di mare anche se piccola, coralli vivi. Ci sono molte palme appena piantate che si alternano ad altre già ben sviluppate. In generale direi che lo standard qualitativo, delle strutture e dell'isola, è medio-alto. Isole Maldive Maayafushi resort isola di Mayafuhi atollo di Ari nordIl nostro beach bungalow era il numero 46, situato proprio davanti alla lingua di sabbia (le camere su quel lato sono le migliori anche se c'è davanti un po' di vegetazione); Suggestiva la doccia open air, bagno davvero grande, ma avrei gradito un armadio meno cigolante e più spazioso. Belle le decorazioni, con fiori, del letto che vengono fatte prima della partenza. In generale i beach bungalows sono ubicati su due lati dell'isola: quelli davanti alla lingua di sabbia e quelli davanti ai frangiflutti che non hanno la vegetazione davanti, hanno vista mare, ma... i frangiflutti rovinano la visuale! E infatti tutti si spostavano sulla spiaggia "principale"; Le camere standard, si trovano all'interno dell'isola in due palazzine (piccole, senza doccia open air, niente veranda). Le suites maldiviane, sempre all'interno dell'isola, sono arredate con mobili maldiviani e circondate, ognuna, da una cinta di sassi e cemento: belle ma non prendono mai sole. La qualità dei pasti è appena sufficiente; troppo riciclo. Ad esempio: torta al cioccolato a pranzo e palline di cioccolato per cena. Molto riciclo col pesce. Insomma, io capisco, non pretendo che gli avanzi vengano buttati via spudoratamente, ma quando è troppo, è troppo! Mancava poi un buffet di verdure, presente solo durante la serata maldiviana e quella barbecue. In compenso c'era sempre troppo fritto, pesce fritto, cipolle fritte, melanzane fritte, cavolfiori fritti: devo dire buono, ma quando è troppo è troppo. Pochissima frutta (e raramente c'era). Troppe pizzette, farcite in mille modi per riempirti lo stomaco. C'è da dire però che la pasta era molto buona. Il bar è ciò che meglio funzionava sull'isola. Ci hanno servito degli ottimi cocktails. Conoscevamo il barman e quindi aveva per noi un occhio di riguardo! Conoscevamo inoltre, per averlo incontrato in altri viaggi, uno dei receptionist e quindi posso dire che il servizio, da parte sua, è stato ottimo. Non di meno è stato, comunque, quello degli altri ragazzi. Il negozio souvenir era molto ben fornito ma... caro da morire! E poi il gestore spacciava per corallo, collane di plastica...Per telefonare, si sa, alle Maldive conviene parlare con i cellulari altrimenti sono 20$ per due minuti! C'era l'Internet Point e funzionava a dovere. 7 $ per 12/13 minuti. E' dappertutto così. Assistenza medica positiva, ma il medico è un mio amico, non posso che parlarne bene! Buona l'assistenza offerta al villaggio data la presenza dell'assistente in loco. Diving ben organizzato, con quattro istruttori molto validi e disponibili e le attrezzature sono di buona qualità. Maayafushi è un vero paradiso per i sub in quanto ci sono tantissimi punti di immersione che si raggiungono in venti trenta minuti al massimo di dhoni. Buono anche lo snorkeling. L'attrezzatura era a pagamento, ma non so quanto costasse perchè io avevo la mia personale.  A Ho fatto qualche uscita (costo 10$) sul reef di Bathala e di Maayathila. Le consiglio, giusto per vedere un reef un po' diverso: magari, con un po' di fortuna, si vede qualche tartaruga. Grandi partire a pallavolo contro i maldiviani, imbattibili! Quanto all'aquagym: all'ora fissata per la lezione l'istruttrice si dileguava! In generale, forse, ci voleva qualcuno più serio per fare attività sportive... Mai fatte escursioni perché le Maldive le conosco bene e, dopo qualche anno che uno ci va, le escursioni sono tutte uguali: isola deserta, isola dei pescatori. I Maldiviani sono cortesi, sempre disponibili. Un po' lenti, ma fa parte del loro essere maldiviani! Come clima durante il soggiorno abbiamo avuto la prima settimana da incanto, nonostante il periodo a rischio. Mare piatto, sole, niente vento: sembrava febbraio. Seconda settimana: due giorni di pioggia continua (niente tregua); poi sole, ma moltissimo vento tant'è vero che non si poteva stare sulla lingua di sabbia e si stava bene sul lato opposto, dove c'erano i frangiflutti L'animazione è organizzata da 4 persone: soft ma giusta per le Maldive. Mi era stata venduta la business class sul volo di rientro (mi era stato assicurato che ci sarebbero stati posti) e due giorni prima del viaggio mi comunicarono che, a causa del cambio di aeromobile, avrei dovuto viaggiare in economy. A fronte dei miei malumori (avevo già pagato) mi hanno proposto un buono di 200 Euro (uno per me ed uno per mio marito) da utilizzare in un altro Escape. Ovviamente non ho accettato e Viaggidea mi ha proposto, in via eccezionale, il rientro anticipato di un giorno per poter fruire della business class, rimborsandomi immediatamente il costo della notte già pagata. 

Posso dire la mia su Maayafushi?

Il mio giudizio è complessivamente positivo, soprattutto per la posizione dell'isola e per il reef che la circonda. Chi va per la prima volta alle Maldive, a Maayafushi, non può che rimanere incantato dalla bellezza dell'isola, un piccolo gioiello nel blu dell'Acquario di Allah (così è chiamato l'Oceano Indiano). E', a mio parere, un po' spartana: personalmente amo le strutture un po' più lussuose (senza esagerare) e ritengo che Maayafushi sia adatta ad una clientela che si accontenta e non cerca il lusso. 
Intendiamoci, odio le isole con la piscina, il campo da tennis, le
camere troppo numerose, i centri estetici con il parrucchiere. A cosa servono? Tuttavia io preferisco isole un po' diverse, ovviamente per quanto attiene ai servizi offerti (ad esempio Thudufushi, Athuruga, Boduhiti e l'intramontabile Gangehi).

 

by Elena