Alimathà agosto 2007 
agosto 2007 by Tanya, Anna e Mauro (utente forum maldive raggiogamma)
ALIMATHA 29/07-06/08/2007 DI MAURO TANYA E ANNA

Ciao a tutti, il 29 Luglio finalmente io mia moglie Tanya e la piccola Anna partiamo per Alimatha Atollo di Felidhoo. 
La partenza era prevista da Milano MXP con un volo Livingston diretto per Male. 
Sebbene il 29 Luglio fosse una giornata "calda per le partenze" tutto è andato per il meglio, poco traffico in autostrada ed un eccellente servizio parking+navetta per il terminal 2. 
Solita fila per la consegna dei biglietti, non si capisce perchè non li spediscano a casa, al banco gruppi e via verso il check-in.... ho parlato troppo presto, ovviamente noi Italiani siamo sempre i più...... furbi, fila al check-in di gente in attesa del compagno/a in fila al ritiro biglietti. 
Beh poco male chiedendo .... gentilmente ci lasciano passare e quindi effettuata la consegna dei bagagli ci rilassiamo e ci spostiamo ai controlli di sicurezza. 
Il volo è in perfetto orario e dopo solo un piccolo ritardo (30 min.) il volo decolla per Male, cui arriveremo dopo 9 h e 30 min di volo. 
Il servizio offerto dalla Linvingstone è di ottimo livello sia come comodità di posti, parlo di economica, che come servizi di bordo. 
Atterriamo in orario, disbrigo pratiche di ingresso, ritiro bagagli e via al banco del tour operator (Villaggi Bravo), dove veniamo accolti e indirizzati alla barca veloce. 
Il mare è piatto, la barca è veloce sul serio, e io mi godo l'aria condizionata schiacciando un pisolino, ogni tanto guardo fuori e vedo il mare limpido e le isole che si susseguono l'una all'altra con il mare blu cobalto che diventa turchese ed ancora più chiaro sui reef. 
1, 5 ore esatte di navigazione ed alle 13,30 in punto ora dei Alimatha giungiamo al villaggio. 
La vista ci lascia senza fiato, sole, spiaggia bianchissima acqua limpida con una miriade di pesci sotto il pontile che nuotano intorno a razze, fucilieri, pappagalli, balestra, squaletti e squali pinna nera. 
Ci accolgono i ragazzi dell'animazione che ci aiutano a scendere dalla barca e ci avviamo alla reception, dove ci attendono per il pranzo. 
Consegna delle camere, sistemazione veloce e Anna via immediatemente in acqua dove ci rimarrà fino a sera. 
Ci danno la camera n° 41, ed è effetivamente come speravamo, lontana dalla parte rumorosa della spiaggia. Usciamo sulla veranda e si apre davanti a noi quel che diventerà il ns. angolo di Maldive per una settimana. 
Sembra di essere in una spiaggia privata, di finissima e bianchissima sabbia corallina, facciamo 20 mt e siamo sulla battigia, ci buttiamo immediatamente, l'acqua é calda (30 °C) e trasparante ci sono dei piccoli squaletti, branzini e carangidi che nuotano intorno ad una piccola razza. 
Sentiamo dei piccoli pizzicolii, c'è molto plancton. 
Intanto, finché Anna e Tanya sguazzano nell'acqua cristallina, io mi reco al Diving per consegnare l'attrezzatura e segnare le prime immersioni per l'indomani. 
La sera andiamo a cena, Anna è talmente sfinita che si addormenta e così anche noi ne approfittiamo per andare al letto presto e riprenderci dal viaggio. 
Mattina.... mi alzo presto e dopo una frugale colazione e mentre mi avvio al Diving scorgo sul reef un brulicare di pinne di mante che escono dall'acqua. Shareef, la guida maldiviana del Diving, mi attende e con mia grande sorpresa e gioia mi comunica che saremo solo io e lui ad effettuare la prima immersione della giornata. Ci dirigiamo appena fuori dal pontile sullo House reef, al Manta point, e con mio grande stupore mi trovo davanti ad uno spettacolo che non capita tutti i giorni..... ci immergiamo immediatamente ci fermiamo a -5 mt seduti su una riva di sabbia e rimaniamo in contemplazione di un gruppo di mante giganti, io ne conto almeno 15, che fanno un'abbuffata di plancton. 
La guida mi richiama all'ordine..... accidenti sono già 20 min che siamo in immersione così ci addentriamo nella pass dove incontro i primi squali pinna bianca e nera che se ne stanno fermi in corrente a riposare. 
Purtroppo i segni del Nino e dello Tsunami si fanno vedere, ma il corallo stà lentamente risorgendo, e tra anemoni pesci pagliaccio, aragoste e carangdidi di taglie forti, ecco arrivare un suntuoso napoleone ( 2 mt circa). 
Fine immersione é ora del pranzo, la cucina é eccellente e così.....i giorni si susseguono, coronati da un sole caldo e sempre splendente. 
L'animazione è presente ma non pressante, direi giusta, Anna va al mini club gestito ottimamente da Barbara e Alice. 
La spiaggia è pulita costantemente, i room boys danno un servizio eccellente e discreto al tempo stesso, insomma possiamo dire che è uno dei pochi posti che sicuramente sono meglio dal vivo che su catalogo. 
Tra un'immersione e l'altra andiamo anche all'Isola dei pescatori per uno scorcio di vita maldiviana. 
E' gia trascorsa una settima ed ora di ripartire, ci congediamo da Alimatha dandogli non un addio ma un arrivederci poiché sicuramente merita un ritorno. 
Rientriamo in Italia in perfetto orario con la LIVINGSTON e dopo 20 min. ritiriamo il bagaglio, non manca niente e allora via verso casa, dove comunque ci rimane il ricordo di una splendida vacanza. 

p.s. 
Da Novembre il BRAVO CLUB ALIMATHA diventerà ALL INCLUSIVE. 
Merita tantissimo poichè rende le Maldive una splendida meta anche per famiglie come la nostra con bimbi sotto i 5 anni.
agosto 2007 by Tanya, Anna e Mauro (utente forum maldive raggiogamma)


www.tuttomaldive.it