Athuruga Marzo 2004

Athuruga e Thudufushi sono due isole di PlanHotel  www.planhotel.ch
Marzo 2003 by Simo&Ale
ATHURUGA, Maldive “un sogno che diventa realtà”
Lunedì 1 marzo, aeroporto di Verona ore 17.00…SI PARTE!!!! Destinazione MALE, isole maldive athuruga resort isola di athurugaa atollo di ari sud marzo 2004 by Simo&AleMALDIVE!!!
Ancora non ci posso credere…iniziamo il check-in puntuali e fortunatamente l’aereo, un 330 della compagnia Volare (aireurope) sembra non avere ritardi! Ore 21 circa cominciamo il rullaggio sulla pista…tutto sembra andare per il meglio, incrocio le dita e chiudo gli occhi…fra “solo” 8 ore e 45 minuti di volo sarò al caldo…
Mangiamo qualcosa (se si può usare la parola mangiare!!!) guardiamo un bel film (la giuria) e poi nanna…fino a Male!
Ore 6.00 (ora italiana…che nottata!!!qui è ora di pranzo, ci sono 5 ore di fuso) sveglia!!! stiamo iniziando la discesa…sono emozionata! Guardo fuori dal finestrino e vedo…il mare… ehi! dove pensa di atterrare questo, sull’acqua???? aiuto non vedo la terra ferma…ahhh eccolo lì… che forza una pista sopra un atollo…mai vista una cosa così!!! 
Trattengo il fiato…ed ecco aprirsi il portellone…Maldive siamo arrivati!!!
isole maldive athuruga resort isola di athurugaa atollo di ari sud marzo 2004 by Simo&Ale Ore 12.20 circa…dopo aver sbrigato tutte le formalità di controllo passaporti e ritiro bagagli, un gentilissimo ragazzo maldiviano ci accompagna dal nostro assistente italiano hotelplan il quale chiede, per prima cosa, se possiamo lasciargli il giornale…detto fatto Alessandro, il mio ragazzo, gli fa il regalo più bello: la gazzetta dello sport!! 
Il nostro viaggio prevede il trasferimento all’isola con l’idrovolante…mmm…deve essere emozionante! Quindi prendiamo un pulmino che ci porta alla stazione di partenza…sull’acqua (questo davvero!) il percorso è davvero singolare…si deve attraversare la pista dell’aeroporto internazionale e se capita il semaforo rosso si può assistere in prima fila al decollo o atterraggio di qualche boeing! Per qualcuno (esempio Ale) è uno spettacolo imperdibile! 
Dopo circa una mezz’oretta d’attesa, finalmente chiamano il nostro volo ed ecco arrivare il pilota che ricorda vagamente Ivan Drago di Rocky IV biondissimo, super palestrato con la divisa da capitano in versione estiva: bermuda e camicia a maniche corte…e piedi scalzi…ma perché?! In effetti mi fa un pochino ridere! Ma tutto sommato è folcloristico! Saliamo tutti con trepidazione …mamma mia quant’è piccolo quest’oggetto…ma siamo sicuri che si alza??? Va beh! Dopo una corsa sull’acqua di qualche minuto i miei dubbi vengono dissipati e VIA…destinazione ATHURUGA atollo di ARI sud!!!! 
isole maldive athuruga resort isola di athurugaa atollo di ari sud marzo 2004 by Simo&Ale Il viaggio dura 30 minuti circa…è molto bello guardare dall’alto gli atolli…uno spettacolo davvero unico, ma fa un caldo insopportabile…non vedo l’ora di mettermi il costume!
Ed eccoci qui…da lontano intravedo l’isola, ma ancora non capisco quant’è bella…sono troppo concentrata a non cadere in acqua nel passaggio piattaforma-dhoni (la tipica imbarcazione maldiviana con una curiosa punta sulla prua); 
Ci accolgono con un sorriso smagliante Francesca e Alessandro, biologo nonché responsabile del tour operator, che durante il viaggio verso l’isola ci spiega alcune cose: Non dare da mangiare ai pesci…e soprattutto agli squaletti (SQUALETTI????!!!!), quali pesci si possono vedere facendo snorkelling, lavarsi le orecchie dopo aver fatto il bagno per via del plancton che potrebbe dare dei fastidi…e la solita richiesta di giornali! 
Arriviamo in reception…io sono stanchissima e molto accaldata…ma come in tutti i sogni più belli quando pensi ad una cosa…si avvera…ed ecco pronti per noi dei fantastici cocktail a base d’ananas e dei deliziosi asciugamani in miniatura freddi come il ghiaccio…una libidine!!!
Sospiro e penso “non vedo l’ora di andare in camera”…ed ecco materializzarsi Naaim in nostro Room boy che ci fa segno di seguirlo…Olè (…ma qui sono davvero telepatici!!!)
Camera
isole maldive athuruga resort isola di athurugaa atollo di ari sud marzo 2004 by Simo&Ale Il nostro bungalow è fantastico, pulitissimo, molto spazioso e arredato con gusto, il frigobar è pieno (e lo sarà sempre per tutta la vacanza!!!) e noi possiamo prendere tutto quello che vogliamo senza preoccuparci della spesa! (di viaggi ne ho fatti tanti e la formula all inclusive resta sempre la più comoda!) 
Mi giro ed ecco il bagno…ehi! ma è all’aperto!!! La doccia è in un giardinetto di sabbia con tanto di palmetta e piantine di fiori circondato da un piccolo muro per la privacy…(è davvero una sensazione che mai dimenticherò: al mattino svegliarsi, entrare in bagno e sentire i primi raggi di sole che filtrano attraverso l’immensa vegetazione, scaldandoti il viso…e alla sera fare la doccia, alzare lo sguardo e vedere scorci incredibili di cielo stellato!!)
Naaim ci mostra tutti i gadget della camera: aria condizionata, ventilatore a pale, filodiffusione, cassetta di sicurezza ecc… in bagno sono pronti per noi due morbidissimi accappatoi addobbati con tanti fiorellini (che non mancheranno mai), c’è il phon (quindi io l’ho preso per niente!!!) creme solari, dopo sole, sapone, shampoo, dopobarba insomma tutto quello che può servire, accuratamente ordinato in un delizioso cestino in vimini… ma c’è una cosa che ancora mi devo spiegare…l’apribottiglie attaccato al muro vicino al……mah! sarà una loro usanza!
Finalmente ci togliamo le scarpe, ci infiliamo in fretta il costume…(gran momento!) e usciamo nel patio…davvero carino con due poltroncine e tavolino di vimini e la classica vaschetta piena d’acqua e fiori per lavarsi i piedini dalla sabbia…eh! Si! perché alle maldive le scarpe sono un ricordo…le togli all’arrivo e le rimetti alla partenza (io avevo preso delle ciabattine…tanto per scrupolo…ma le ho lasciate in valigia nelle rispettive bustine!!!)
Alzo lo sguardo e non vedo più Alessandro…mi sento chiamare, ovviamente è già in acqua e…incredibile rimango a bocca aperta! Lo spettacolo che si offre ai miei occhi è da togliere il fiato...sabbia bianchissima tipo borotalco e il mare delle Maldive…un colore che non avevo mai visto prima, un azzurro così limpido che ti ci puoi specchiare dentro! 
Comincia la vacanza!!!
Ristorante e aree comuni
Il ristorante è molto carino sotto un tetto di intrecci di palme e con una vista mozzafiato sul mare, i camerieri sono davvero simpatici, molto professionali, al nostro tavolo è stato assegnato il mitico Alì, sempre pronto a soddisfare ogni nostro piccolo desiderio! La sera si può chiedere di mangiare sulla spiaggia…a lume di candela, sotto un tetto di stelle, ascoltando il rumore del mare e in sottofondo il grandissimo Giangi che canta canzoni romantiche…mi sono commossa davvero!!! 
La cucina è straordinaria! Abbiamo davvero mangiato benissimo, a colazione il cappuccino è squisito, ci sono tantissimi tipi di torte, biscotti, brioches, omelette per tutti i gusti fatte al momento, mancavano i pancake…che speravo tanto di trovare...(sigh!) a pranzo e a cena il buffet offre un’infinita varietà d’insalate, salumi (anche il prosciutto di Parma!), formaggi, pasta al pomodoro o con altri sughi, pesce…tanto pesce fatto in tutti i modi! Alla griglia è fantastico soprattutto quello pescato durante la giornata da chi si diverte con la pesca d’altura! Ho mangiato un pesce vela buonissimo!!!
Consiglio, poi, un piccolo extra ad un costo ragionevole: l’aragosta con gli spaghetti e alla griglia!!! Fantastica! Mi raccomando di scegliere quella “large” dato che mi hanno spiegato che le piccoline sono ancora troppo giovani, quindi meno saporite!
Il bar è davvero ricco di cocktail, amari e super alcolici di diverse marche…il che non è poi così positivo…la formula all inclusive…ti fa bere! Ma tutto sommato si è in vacanza ed è giusto concedersi qualche vizzetto in più! Per chi è fumatore (purtroppo come me…anche se sto cercando di smettere) ci sono dei curiosi oggetti in legno rotondi con un cassettino dentro al quale potrete trovare le diaboliche sigarette!
Organizzazione e staff
“Athuruga no problem! We are here for your holidays” questo è il motto dei ragazzi dell’isola, c’è Karim il capo villaggio, Gigi (il migliore!) Francesca, Alessandro, Sara, Anna tutti davvero simpatici, preparati e soprattutto molto discreti! Non verranno mai alla tua spiaggetta a chiederti di partecipare a qualche attività…ti ricordano quali escursioni si faranno il giorno seguente, magari di sera durante o dopo lo spettacolo! 
I giochi che organizzano sono molto carini! Per esempio la corsa dei paguri…che ho vinto!!! cioè l’ha vinta poi il mio pagurino! (gli avevo promesso di liberarlo nel posto più bello dell’isola!)
Poi la gara di canto e imitazioni, le sfide a beach volley contro i maldiviani…che sono troppo forti e rimangono tutt’ora imbattuti! lo spettacolo di tradizioni indiana e maldiviana…ed infine un po’ di musica se qualcuno vuole darsi alle danze!
Sono rimasta poi molto colpita dalla gentilezza dello staff maldiviano, sono sempre presenti eppure quasi invisibili…e quando li incroci salutano e sorridono con una educazione che in poche persone ho visto!
Ogni giorno puoi vedere l’omino che pulisce la spiaggia dalle foglie che cadono…poi quello che sale sulle palme con una tecnica e velocità impressionanti, per cogliere il cocco maturo che ovviamente ti regala…delizioso! Poi ancora l’uomo miraggio, come lo chiamo io, che compare a metà mattinata e metà pomeriggio, si avvicina al tuo lettino e ti offre il solito piccolo asciugamano freddo e profumato( che non tocca mai con le mani, usa un paio di pinzette)…rimane lì fino a che non hai finito e lo riprende salutandoti con un caloroso “arrivederci”, senza rendersi conto di averti fatto passare 2 minuti di vero piacere!
Il nostro room boy puliva la camera tre volte al giorno e la sera ci faceva trovare il letto completamente trasformato, le lenzuola diventavano uccelli, onde del mare o un cuore gigante circondato da fiori profumatissimi! Un sogno…che peccato ogni volta disfare le sue opere…
Un altro piccolo extra che consiglio per chi vuole godersi un’oretta d’assoluto relax è il massaggio orientale nel centro “serena spa” dove due signorine indiane molto cortesi ti offrono una serie di trattamenti per tutti i gusti, noi abbiamo optato per la formula “Adamo ed Eva”, un massaggio total body con un olio profumato buonissimo!
Siamo usciti completamente rigenerati…non c’è niente di più bello che farsi coccolare un po’!

La vacanza procede tra sole e mare, mare e sole…il tempo è davvero bellissimo, non ci sono nuvole e le poche che compaiono di sera incorniciano dei tramonti da sogno…sembra di essere dentro ad un dipinto.
La disposizione dei bungalow sull’isola è lungo il suo perimetro e noi fortunatamente siamo ad ovest, quindi abbiamo il sole da metà mattina fino a sera, quelli ad est hanno l’alba, magnifica, ma poi verso le 16 arriva l’ombra! Ma tutto sommato un posto vale l’altro tanta è la magnificenza dell’isola! Nessuno si è lamentato! La nostra spiaggia è fantastica…accanto a noi si è formata, da qualche settimana, una lingua di sabbia bianchissima e morbidissima dove si possono notare dei piccoli buchini più o meno profondi…le tane dei granchietti bianchissimi anche loro, quasi trasparenti!
Il mare è qualcosa di straordinario…soprattutto per gli incontri che si possono fare…come ad esempio i famosi squaletti pinna nera, di cui all’inizio ero un pò intimorita…ma poi dopo averli visti…me ne sono innamorata! Tra quelli che allegramente nuotano nella mia laguna, c’è Jimmy il mio preferito, è così piccolino che non riesce a cacciare! I suoi fratelli sono troppo veloci e gli rubano sempre il cibo! Spesso poi sbaglia i tempi dell’onda e si arena per qualche secondo sulla spiaggia…è davvero divertente guardarlo…effettivamente è un po’ imbranato! Poi ancora dei simpaticissimi Trigoni che si avvicinano ad osservare quella cosa “grande e bianca” che ogni tanto compare in acqua…il mio lettino!
Il terzo giorno ho il vero incontro con il mare…infilo maschera e pinne e via a fare snorkelling sul reef…un’esperienza unica, non ho mai visto una quantità di pesci così colorati in vita mia… Ale ha la pazienza di spiegarmi tutte le varietà che conosce (se non le sa lui…istruttore di sub!!!) e ce ne sono tantissime: pesci trombetta, pesce palla, il farfalla, il pappagallo, uno che non mi ricordo come si chiama, ma assomiglia ad una scatola…le aquile di mare maestose ed elegantissime… poi finalmente…NEMO!!!!(il pesce pagliaccio) nella sua casetta, un anemone coloratissimo! ancora le tartarughe ed anche una arrabbiatissima murena! È davvero un altro mondo!!
Purtroppo, non avendo il brevetto sub non ho potuto fare immersioni…ma ho comunque visitato il centro diving “the crab” con personale italiano e tedesco “Tony, Sabina e Boris” molto simpatici e , secondo Ale, molto competenti e professionali, lui infatti ha fatto qualche immersione nelle famose Thile che mi hanno detto essere le più belle al mondo! Esiste anche la possibilità di fare il corso con loro…ma sinceramente in una sola settimana di vacanza non me la sono sentita…forse ho sbagliato…sono stata troppo pigra…ma sicuramente lo farò presto! Dai racconti di Ale so che mi sono persa davvero tanto! Pazienza! 
Athuruga ha, poi, una sua isola gemella Thudufushi a circa 30 minuti di dhoni…e pochi sanno che due volte all’anno viene organizzato il derby di calcio tra maldiviani delle due isole! Ovviamente noi siamo capitati nella settimana clou! E ci siamo goduti questo straordinario evento!
Il giorno precedente il capo dello staff maldiviano ha selezionato la squadra…sembrava una cosa seria…ma non avrei mai pensato organizzata così bene…il fatidico giorno arrivano i due dhoni del thudufushi completamente addobbati con bandiere Juventine scende per prima tutta la tifoseria con cappelli, trombette e tamburi…ovvero gli ospiti e animatori, poi arriva la squadra…vengono presentati uno ad uno ed ecco scendere in campo con tanto di sottofondo musicale “è la Juve la juve la juve alè!”: Buffon, Tacchinardi, Nedved, Del Piero… poi i colori cambiano improvvisamente…ed ecco la nostra squadra accompagnata dall’inno “milan, milan solo con te!” e scendono in campo i mitici rossoneri: Dida, Inzaghi, Shevchenko,, Kaka ecc…tutte le maglie sono originali e gentilmente offerte da un ospite veterano del thudufushi! È incredibile sembra di vedere una partita vera! Con la sola differenza che giocano scalzi! Fischio d’inizio e via!! cominciano i cori e ovviamente noi in prima fila!!! Tra i nostri spiccava per la sua bravura il nostro cameriere Alì che poi ho scoperto essere un giocatore professionista! (era troppo bravo) purtroppo anche se la nostra squadra ha giocato nettamente meglio (eravamo sopra di due goal) negli ultimi minuti gli altri hanno pareggiato…con due goal molto discutibili! (l’arbitro, che centra sempre, era il capo animatore del thudu! Il che è tutto dire!!!)
Insomma …per farla breve…abbiamo perso ai rigori…sigh! 
Ma è stato davvero un bellissimo spettacolo!
I giorni passano troppo velocemente…è già l’8 marzo e domani si parte…l’ultima escursione ad Ali thila mi permette di vedere anche i delfini incantevoli nel loro saltare sull’acqua! 
La serata tutta italiana ci riserva una sorpresa da parte del nostro Alì…il tavolo è praticamente sul mare…se allungo i piedi riesco a toccare l’acqua…e la tovaglia è addobbata con un cuore rosso e due delfini verdi fatti con i chicchi di riso…ed una sola scritta “bye”…Ali sei grande!!!! A questo punto, dopo una cena deliziosa, non ci resta che concludere degnamente la vacanza con una seratona finale insieme ai nostri nuovi amici, compagni di serate e avventure: Francesca e Cristian di Venezia (i veterani dell’isola! per la seconda volta ad Athuruga!), Giacomo e Claudia i mitici toscani in viaggio di nozze (dolcissimi!) Stefano e Martina (i nostri compaesani!!! Unici!) e tutto lo staff d’animazione al completo!
La sveglia è fissata per le 6.50 del mattino (ah!!!), ma che importa se facciamo tardi, tanto possiamo dormire in aereo…la voglia di stare insieme per un ultimo scherzo e per un’ultima foto è troppa…e poi è impossibile fermare “Steve”!!!
“Goodmorning”
No! È già ora di partire…ci affrettiamo a chiudere le valige io vado a salutare il mare e a respirare ancora un pochino di quell’aria maldiviana…mah! cosa succede? L’aereo è in ritardo?…la partenza è posticipata? Alle due del pomeriggio? Beh! un po’ mi dispiace...noooo non è vero! Possiamo fare ancora un ultimo bagno, un ultimo snorkelling, un’ultima risata con gli animatori, un ultimo pranzo con vista mozzafiato…un ultimo saluto prolungato a quest’isola da sogno…un paradiso terrestre in mezzo all’oceano…così piccola eppure così grande da riempire tutti i nostri cuori della sua magia…
È arrivata l’ora …anche la mattinata regalata è stata troppo veloce…il dhoni lentamente si allontana ed io rimango con lo sguardo fisso alla spiaggia, all’isola, al verde, al mare…e sento scendere una lacrima (anche due)…una bellissima manta affiora sull’acqua vicinissima a noi e con una pinnata sembra volerci salutare…ecco è finita…abbraccio tutti…stringo la mano ad Ale e saliamo sull’aereo…con un solo pensiero: Ciao Athuruga! Torneremo!!!


Marzo 2003 by Simo&Ale


www.tuttomaldive.it