Dhonveli resort 2006

agosto 2006 by Silvia&Cristina

Era da tempo che sognavo di fare una vacanza alle Maldive e quest'anno finalmente io e la mia amica Cristina ci siamo fatte questo regalo.
La scelta è ricaduta su Dhonveli per il semplice fatto che abbiamo prenotato tardi....ossia ai primi di agosto: abbiamo prima cercato per Moofushi e Madoogali, ma entrambi i resort erano al completo; così, dopo aver escluso isole maldive fotografie informazioni consigli utili isole maldive dhonveli resort isola di kanu huraa atollo di male nord Agosto 2006 by Silvia e Cristina i resort extra lusso più adatti a delle coppiette in viaggio di nozze che non a due amiche single, abbiamo optato per Dhonveli fidandoci della serietà di Teorema come tour operator nonché su consiglio dell'agenzia che ci aveva parlato bene di questo villaggio decantandone l'ottimo rapporto qualità prezzo.
La nostra avventura comincia il 14 agosto con volo Blu Panorama in partenza da Milano Malpensa alle ore 20.30. 
Nessun ritardo. Tuttavia Blu Panorama come compagnia aerea lascia alquanto a desiderare: le poltrone scomodissime, la cucina no-comment, il servizio degli assistenti di volo molto lento e poco professionale (nemmeno un sorriso e svogliatezza a non finire) e i film sono di serie B.
Dopo circa 9 ore di volo arriviamo a Colombo. Ci fanno scendere dall'aereo per pulire l'aereo e, dopo una permanenza di 3 quarti d'ora nella sala d'attesa dell'aereoporto, ripartiamo alla volta di Malè.
Già dall'alto l'emozione di atterrare alle Maldive è forte.
Quando scendiamo dall'aereo era circa l'una di pomeriggio.
Al banco di Teorema c'è ad aspettarci Marcela , personaggio dalla scarsa professionalità che non sa nemmeno cosa voglia dire il termine customer care. Con piglio da generale tedesco, costei ci conduce al molo da cui partono, a scaglioni di 10 persone alla volta raggruppate in base al numero di camera, le barche veloci che conducono al villaggio.
In 20 minuti di barca veloce arriviamo a Dhoveli.
Se avete in mente le immagini da sogno che compaiono sulle copertine dei cataloghi di viaggio sulle Maldive...beh, conviene che ve le togliate dalla mente prima di arrivare a Dhonveli perchè l'impatto quando si arriva sull'isola è piuttosto deludente.
Dhonveli non è il classico atollo maldiviano florido di vegetazione che giri in in un quarto d'ora. Piuttosto stiamo parlando di un'isola grandicella  dove un versante è completamente roccioso e privo di barriera corallina, motivo per cui si creano delle onde di altezza considerevole ideali per praticare surf (non a caso questo lato dell'isola è appannaggio dei surfisti australiani. Lì è impossibile fare il bagno.
Dall'altra parte invece c'è una laguna che è stata creata artificialmente bombardando la barriera corallina e riportando lì della sabbia da altri atolli.
La sabbia non è borotalco fine ma è fatta di tantissimi pezzettini di coralli che impediscono di camminare a piedi nudi (quindi ricordatevi di portare almeno un paio di infradito perchè questa non è la classica isola maldiviana dove si abbandona l'uso delle scarpe per tutto il tempo della vacanza!!! La mia amica Cristina, memore delle sue precedenti vacanze alle Maldive, non aveva portato altre scarpe che quelle del viaggio e ha dovuto comprarsele là nella costosissima boutique presente sull'isola.
isole maldive fotografie informazioni consigli utili isole maldive dhonveli resort isola di kanu huraa atollo di male nord Agosto 2006 by Silvia e Cristina Ma venendo a quella che è stata la delusione più cocente di questa vacanza, il mare a Dhonveli non ha nulla a che vedere con quello che ci si aspetterebbe andando alle Maldive: sì, come potete vedere dalla foto l'acqua è pulita e ha un bel colore apparentemente, ma se indossate maschera e boccaglio per fare snorkelling nei pressi della laguna quello che Vi sorprenderà è che non c'è un pesce, il corallo è tutto morto e l'acqua è torbida per via del molto planton.
Per quanto mi riguarda trovo che sia più bello il mare di Formentera che quello che mi sono trovata a Dhonveli.
L'unico punto dell'isola in cui il mare diventa più somigliante a quello maldiviano è in prossimità del pontile dove si ergono le palafitte overwater. 
Ma anche lì c'è la beffa in quanto innanzitutto quelle camere non sono gestite da Teorema ma sono riservate ai turisti stranieri, giapponesi ecc. 
In secondo luogo in quella zona ci sono dei cartelli che vietano la balneazione in quanto sono presenti delle correnti molto forti che potrebbero costituire pericolo per chi non sia un nuotatore più che esperto.
Insomma se anche voi come me state pensando di andare alle Maldive perchè sognate di vedervi venire incontro i pesci non appena mettete il piede in acqua: il mare di Dhonveli non fa per Voi.
Non a caso il diving e le attività di snorkelling sull'isola sono assolutamente una presa in giro così come le escursioni che il villaggio offre (tutti quelli che ci vanno tornano delusi e arrabbiati per aver speso quei soldi!)
Ma non è finita qui...
Altra delusione è stata la camera in cui ci hanno sistemato (la n°323) , ovvero la camera standard : immaginatevi una specie di condominio a 2 piani con 5 camere che da un lato si affacciano sul campo da tennis e dall'altro (dove c'è il terrazzino) danno su una piccola spiaggia non praticabile in quanto dà sul mare aperto e proprio per evitare che la gente faccia il bagno non viene nemmeno tenuta pulita (basti dire che ci sono i rifiuti del cantiere tutt'ora in corso sull'isola per i lavori di ristrutturazione del resort).
In sè la camera non è male: ampia, con un letto matrimoniale e uno singolo, il bagno piuttosto grande con la doccia aperta, tv e frigobar. La pulizia della camere è buona (i teli mare vengono cambiati ogni sera così come gli asciugamani); tuttavia non ha niente a che fare con una camera da resort maldiviano. Se doveste andare a Dhonveli, quindi, preoccupatevi di farVi riservare perlomeno una camera di quelle che danno sulla laguna (che costano solo €45 in più la settimana e se non altro Vi evitano la rottura di scatole di dovervi armare tutte le mattine di borsa ed equipaggiamento vario per andare dalla camera alla spiaggia, che dista circa 800 metri ).
Non crediate però che i bungalow sulla laguna siano scevre da inconvenienti perchè lì dovrete fare i conti con pezzi taglienti di corallo e nella peggiore delle ipotesi potreste ricevere visita da parte di qualche pantegana indigena (proprio com'è successo a una coppia di ragazzi che abbiamo conosciuto lì, i quali una sera hanno trovato questo sgradito genere di ospite ad aspettarli in bagno al loro ritorno...)
Per quanto riguarda il ristorante, chi sostiene che qui si mangia bene, non ha mai mangiato bene in vita sua.
Il buffet presenta sempre le solite cose e tutte di qualità scadente, tant'è che durante la nostra permanenza là diversi persone hanno avuto problemi di intestino. Voto alla cucina: 4.
Infine a proposito dell'animazione del Blu Club, i ragazzi dell'equipe sono gentile e simpatici (mi riferisco soprattuto al bravissimo Simone, al dolce deejay Max e al bel scenografo Alex detto Sblè) ma fare animazione è un'altra cosa: questa del Blu Club è del tipo <voglio ma non posso>....per dirla tutta fa pena. Mentre il capovillaggio, Elena, è una ragazza di 26 anni che non sa nemmeno cosa vuol dire fare il capovillaggio.
Morale della favola: l'esperienza mia e della mia amica Cristina a Dhonveli è stata talmente negativa che dopo soli cinque giorni abbiamo abbandonato l'isola (rimettendoci i soldi della seconda settimana di soggiorno) pur di scappare da lì per andare in un altro resort (ossia a Moofushi, sull'atollo di Ari...un altro pianeta....lì sì che abbiamo trovato le vere Maldive).
L'unica nota positiva di Dhonveli è stata la convivenza con i surfisti australiani, molto carini e di buona compagnia che hanno saputo rendere meno insopportabile la nostra permanenza là, dilettandoci anche con le loro incredibili acrobazie sulle onde.
Anche con le condizioni meteo non siamo state fortunate perchè tutti i giorni faceva almeno un temporale e di sole bello abbiamo avuto solo 2 giornate.
A chi consiglierei Dhonveli? Solo a chi non sceglie le Maldive né per il mare né per la natura, ma solo per dire agli amici <<Sono stato alle Maldive>>.
Silvia e Cristina

agosto 2006 by Silvia&Cristina

 

home page di www.tuttomaldive.it : sito web completamente dedicato alle isole maldive isole maldive viste da vicino : racconti, informazioni e consigli utili e foto dei viaggi o delle crociere degli amici di www.tuttomaldive.it
www.tuttomaldive.it