Giravaru gennaio 2007  
gennaio 2007 Paolo, Franco e Franca

Resort: Giravaru Island Resort
Atollo: Male Nord
Partecipanti: Paolo, Franco e Franca
Periodo: 26/12/2006 – 03/01/2007

Introduzione: E’ da tanto tempo che volevo andare alle Maldive e finalmente quest’anno ho coronato il mio sogno. Da settembre guida illustrata dei resort turistici, delle barche da crociera e delle immersioni. mappe dettagliate di tutti gli atolli, dei luoghi di immersione e schede della fauna sottomarina. mi sono documentato tramite la guida “Tutto Maldive” ed ho girato un sacco di siti, letto commenti e cercato l’isola giusta per trascorrere il Capodanno. Purtroppo il budget limitato mi ha subito fatto escludere i tour operator più importanti, perché i costi superavano i 3.000 euro a persona a settimana. Grazie all’aiuto di Donatella della Cisalpina di Ivrea abbiamo trovato posto al Giravaru resort, situato nell’Atollo di Male Nord a 12 Km dall’aeroporto, trattato per l’Italia dalla compagnia Maxi Traveland, fino a quel momento a me sconosciuta. In questa vacanza non cercavo il lusso o le comodità, m’interessava trovare un resort semplice, con il minimo indispensabile per trascorrere una vacanza tranquilla, ma con un reef all’altezza della situazione.

Il viaggio: partiamo puntualissimi alle 18:45 da Milano Malpensa con il volo Livingston LM545 per Male. L’aereo è un Airbus A330-200. Il personale è molto gentile, il posto a sedere è comodo e durante il viaggio vengono proiettati due film. Dopo il decollo isole maldive fotografie informazioni isole maldive giraaru resort isola di giraavaru atollo di male nord nel gennaio 2007 Paolo, Franco e Franca ci servono la cena e prima di atterrare la colazione. Naturalmente non potevo chiedere di meglio di un posto vicino al finestrino, visto lo spettacolo che mi attende all’arrivo a Male.
Dopo circa 9 ore di volo arriviamo a Male sorvolando gli incantevoli isolotti dai colori incredibili. Sbrighiamo le formalità del visto e del controllo passaporti e, dopo aver recuperato la valigia, ci rechiamo fuori dell’aeroporto dove incontriamo Fede, il responsabile Maxi per l’Italia alle Maldive. Andiamo alla barca e in 15 minuti arriviamo all’isola.
Ad accoglierci c’è la carinissima Silvia, l’unica animatrice del villaggio, una grande sub, snorkelista e apneista. Quello che ci voleva per un apneista e snorkelista come me.
Compiliamo la scheda per avere la camera e contemporaneamente ci viene data una salvietta rinfrescante e servito un cocktail al bar principale, e subito dopo ci viene data la chiave della camera, la 142.

Il villaggio: il villaggio è di piccole dimensioni, per un quarto è occupato da un villaggio maldiviano non accessibile agli ospiti del resort. isole maldive fotografie informazioni isole maldive giraaru resort isola di giraavaru atollo di male nord nel gennaio 2007 Paolo, Franco e Franca Le camere sono 65, di cui una quarantina a disposizione degli ospiti provenienti dall’Italia. La vegetazione è rigogliosa e ricca di palme da cocco. La spiaggia è bianchissima di sabbia fine. Il mare ha un incredibile colore turchese che si estende dalla riva, sino al reef, dove improvvisamente passa ad un blu intenso. 
Sull’isola sono presenti una piccola piscina, un campo da tennis e uno da Beach volley. C’è un ristorante principale e un secondo ristorante, a pagamento, vicino al disco bar. Sono inoltre presenti, un centro massaggi e una piccola palestra per il fitness.

La camera: la camera 142 è confortevole con TV, frigo, condizionatore e ventilatore a pale. Il bagno non è maldiviano, ma classico con lavandino, w.c. e vasca/doccia. La camera è situata al piano terra ed è a 2 metri dal mare, uno spettacolo. Gli arredi sono informali ma niente mi stupisce perché avevo letto tantissimi commenti e non ho trovato sorprese negative, anzi tutto è sembrato più bello di quello che avevo letto.

La barriera corallina: la barriera corallina di Giravaru è davvero spettacolare. Il punto più vicino è a 30 metri e si trova dal lato pontile, verso Male. isole maldive fotografie informazioni isole maldive giraaru resort isola di giraavaru atollo di male nord nel gennaio 2007 Paolo, Franco e Franca Dal pontile non è possibile scendere perché c’è il pericolo legato alla presenza di barche in movimento, ma si può facilmente raggiungere in due minuti, partendo dalla spiaggia a fianco al disco bar. Dal lato opposto la barriera è a circa 50/60 metri ed è raggiungibile sempre partendo dalla spiaggia. Di fronte alla spiaggia principale c’è una splendida laguna anch’essa ricca di fauna. La barriera corallina, che circonda interamente l’isola, ha un’alta percentuale di coralli di colore grigio, anche se bisogna affermare che alcune formazioni coralline colorate stanno a poco a poco crescendo. La fauna marina è veramente ricca e nella settimana trascorsa al resort abbiamo potuto osservare, dai classici pesci di barriera (pappagallo, pagliaccio, balestra, castagnole, carangi, fucilieri, cernie, grugnitori, palla, scatola, scorpione, ago, trombetta, farfalla, chirurgo, ecc.), fino a squali, tartaruge, mante, aquile di mare, trigoni, murene, pesci napoleone, stelle marine, tridacne, ecc.. Non si poteva chiedere di più alla barriera. Lo spettacolo era il passaggio dalla laguna turchese al mare blu, sul lato esterno della barriera dove il fondale arrivava facilmente a 30 metri e iniziava lo spettacolo.

Lo snorkeling: il punto forte della settimana, e questo tutto grazie a Silvia, l’unica animatrice presente in villaggio. Lei organizzava un’uscita ufficiale gratuita alle 10:30 dove ci trovavamo sempre in 6/8 e andavamo ad esplorare la barriera. L’uscita durava circa un’ora e ci si divertiva tantissimo ad osservare pesci e coralli. Lei è una sub con tanto di brevetto istruttrice e un’incredibile appassionata come me di apnea e snorkeling. Capitava spesso che il pomeriggio facessimo qualche uscita per esplorare qualche angolo adatto solo ad esperti nuotatori, viste le forti correnti presenti. E’ stato fantastico e non smetterò mai di ringraziarla per i momenti che mi ha regalato. Poi la sera ci si trovava a chiacchierare come due veri malati di mare, a sfogliare libri sui pesci, a parlare di apnea e di Umberto Pellizzari che ringrazio per avermi fatto scoprire l’apnea in Sardegna nel 2000…fantastico. Nella settimana trascorsa devo affermare che le correnti sono state spesso forti e in alcuni casi abbiamo faticato a rientrare, anche se nessuno ci ha impedito di fare il giro dell’isola!!!

Le escursioni: le escursioni proposte dal villaggio erano: pesca al bolentino, pesca alla traina, isola di Kodhipparu, snorkeling al shark point, isola di Kuda Bandos, visita della capitale Male, uscita in catamarano. Silvia accompagnava gli ospiti ad ogni escursione. Personalmente ho fatto due escursioni. La prima, lo snorkeling al shark point, con uscita in dhoni. Abbiamo fatto snorkeling a circa 20 minuti dal villaggio, esplorando una variopinta barriera corallina e il costo è stato di 10$. La seconda all’isola di Kodhipparu, della durata di 3 ore. Il viaggio in dhoni verso l’isola è durato circa 30 minuti, poi ci hanno portato dal Dhoni alla spiaggia con una piccola barca a motore perché c’èra la bassa marea. L’isola è abitata dai maldiviani. Su quest’isola è stata ricavata una sorta di grossa vasca dove vivono in cattività squali e mante. Dopo la visita alla vasca abbiamo fatto un’ora di snorkeling intorno all’isola, ammirando il meraviglioso acquario naturale che la circonda. Il costo di questa escursione è stato di 34$.

La cucina e il ristorante: isole maldive fotografie informazioni isole maldive giraaru resort isola di giraavaru atollo di male nord nel gennaio 2007 Paolo, Franco e Franca Il ristorante era molto carino. All’inizio della settimana ci è stato assegnato un tavolo per tutta la durata della vacanza. La colazione era a buffet con caffè o tè serviti al tavolo dal personale. Il pranzo era servito al tavolo, ed era composto di un primo, un secondo e il dolce. La cena, invece, era servita a buffet. La qualità del cibo era veramente buona e tutto era curato nei minimi particolari. Davanti al buffet c’era una barca di legno dove venivano serviti i contorni. Una menzione particolare per i dolci, veramente squisiti. La sera del 31 dicembre è stato organizzato un buffet spettacolare per festeggiare l’ultimo giorno dell’anno.

L’animazione: al villaggio l’animazione è soft, del resto come scritto da tutti nei vari racconti già pubblicati. Splendide le serate passate a giocare a carte, chiacchierare e ascoltare musica con Silvia e con alcune coppie conosciute durante il viaggio. Una sera è stato organizzato il Karaoke, un’altra c’è stata la gara dei paguri. La sera di capodanno abbiamo ballato dalle 22:30 alla 1:30 e poi in acqua a festeggiare l’arrivo del 2007. 

Il clima: durante il soggiorno abbiamo trovato i primi due giorni di tempo variabile con qualche temporale. Poi sempre sole e caldo. Il tasso di umidità era parecchio alto. Il mare di solito mosso con correnti forti che creavano qualche difficoltà nelle uscite di snorkeling.

La clientela: la maggior parte degli ospiti erano italiani, ma c’erano anche diversi russi. La sera del capodanno abbiamo festeggiato tutti insieme al disco bar, compreso il personale maldiviano. Purtroppo non sono mancati i soliti “italiani” maleducati che non facevano altro che lamentarsi di tutto. Forse nessuno di loro ha letto i vari racconti prima di partire, perché nel mio caso non ho trovato che sorprese positive, rispetto a quanto letto.

Conclusione: le Maldive sono un posto da sogno, da provare almeno una volta nella vita, indipendentemente dal resort scelto. Il Giravaru resort, considerando il rapporto qualità/prezzo, è di buona qualità e consente di vivere una vacanza meravigliosa, in mezzo alla natura, al mare e lontano da tutto e da tutti. Durante il nostro soggiorno siamo stati parecchio fortunati perché il giorno della partenza ci hanno comunicato che il volo era stato cancellato e che saremmo partiti il giorno dopo con Eurofly, anziché con Livingston. Abbiamo quindi ritardato la partenza il giorno successivo, trascorrendo altre 24 ore in questo paradiso. Sono felice dell’esperienza vissuta e ringrazio Silvia per la splendida vacanza che mi ha fatto trascorrere.
Giravaru in privamera chiuderà e sarà ristrutturato. Diventerà un cinque stelle con water bungalow. 

gennaio 2007 Paolo, Franco e Franca

home page di www.tuttomaldive.it : sito web completamente dedicato alle isole maldive isole maldive viste da vicino : racconti, informazioni e consigli utili e foto dei viaggi o delle crociere degli amici di www.tuttomaldive.it
www.tuttomaldive.it