Caesar Tour agosto 2003
by Susanna 

Pubblichiamo il testo della lettera raccomandata spedita a Caesar Tour da Susanna per i disservizi subiti in occasione del viaggio Sri Lanka + Maldive nell'agosto 2003. Susanna ci segnala inoltre che:
"Caesar tour dopo due mesi dal rientro non si è neppure degnato di rispondere. Ci hanno invece contattato le associazioni di categoria, segnalando che questo tour operator non è accreditato presso di loro e che il comportamento tenuto da Caesar Tour è assolutamente inaccettabile, sollecitandoci ad agire legalmente."

Raccomandata A.R.

Roma, 18 Agosto 2003

                                                                                Spett.le
 
                                                                               GEOMETRIA VIAGGI
 
                                                                               
CAESAR TOUR DUE S.r.l.

CC:
Assotravel
Assoviaggi
Astoi
FIAVET

Oggetto: Viaggio Sri Lanka + Maldive 30/07/2003 – 17/08/2003 (N. Pratica 03-0003933 Per. Ag. 25 Cliente 132/0020718)

Come già fatto presente al vostro addetto, ripetutamente durante il soggiorno ed in data odierna via telefono, alcuni gravi inconvenienti si sono verificati durante lo svolgimento del viaggio in oggetto.

All’arrivo in Sri Lanka i bagagli erano stati smarriti. A seguito della denuncia, ci sono stati consegnati solamente il giorno seguente con i disagi conseguenti. A tal proposito abbiamo dovuto sostenere spese di prima necessità il cui rimborso verrà richiesto alla compagnia di assicurazioni.

A differenza di quanto scritto nel foglio notizie, il pranzo del giorno d’arrivo non è stato organizzato e quindi abbiamo dovuto sostenerne il costo.

Come da e-mail inviata durante il tour in Sri Lanka dal vostro addetto, nel viaggio era compresa la località Nuwara Elya, mentre l’autista in loco ci ha comunicato che quella tappa non era inclusa nel tour. Solo dopo numerosi scambi di e-mail ed una telefonata con il responsabile dell’agenzia locale, abbiamo potuto organizzare la visita a Nuwara Elya, dovendo sostenere il costo del pranzo e dovendo rinunciare al pernottamento in loco.

Il problema principale si è verificato all’arrivo a Male (Maldive), quando, usciti dall’aeroporto, nessun assistente ci ha accolto. Avendo visto dal foglio notizie che il corrispondente era CROWN, abbiamo cercato il desk dello stesso per chiedere informazioni.

Dopo un’attesa di oltre 1 ora, siamo stati informati che nessun soggiorno e trasferimento in idrovolante era prenotato a nostro nome.

Il corrispondente si è giustificato dicendo di aver inviato, oltre una settimana prima a Caesar Tour un’e-mail nella quale diceva che il villaggio richiesto non aveva disponibilità, aggiungendo che nessun pagamento a nostro nome era effettuato da Caesar Tour. Questo nonostante noi avessimo effettuato il saldo del soggiorno prima della nostra partenza.

Solo grazie alla conoscenza della lingua inglese, dopo alcune telefonate al direttore dell’agenzia locale, nel corso delle quali ci è stato detto, in maniera alquanto maleducata, di arrangiarci a trovare un resort per conto nostro (e conseguentemente ripagare il soggiorno), che lui non era tenuto ad aiutarci, un’opzione poteva essere ritornare in Italia e simili amenità, siamo riusciti finalmente ad ottenere il trasferimento ad un resort alternativo (Lily Beach, a noi completamente sconosciuto). Questa soluzione ci è stata prospettata come unica possibile, in quanto tutti i villaggi erano al completo e non era possibile trovare un idrovolante a quell’ora.

La condizione è stata che avremmo dovuto pagare l’intero soggiorno nuovamente.

Una volta arrivati al villaggio abbiamo comunicato via e-mail al vostro addetto la situazione in cui ci trovavamo. Ci è stato risposto che avrebbe provveduto a risolvere la situazione in modo da evitarci ulteriori inconvenienti.

Purtroppo per tutta la durata del soggiorno il corrispondente CROWN ha continuato a ribadire che qualora il bonifico dall’Italia non fosse arrivato in tempo, avremmo dovuto sostenere il costo del soggiorno. Il bonifico è arrivato l’ultimo giorno.

Per poter seguire l’andamento del problema, abbiamo continuato a collegarci quotidianamente ad internet, nonostante avessimo chiesto ripetutamente di inviarci un fax o di telefonarci, per aggiornarci sulla situazione. Il costo delle 3 schede internet è stato di $39.

E’ evidente che una simile incognita, nonostante le rassicurazioni inviate via e-mail dal vostro addetto, unitamente al fatto di dover perdere tempo e soldi per collegarci continuamente ad internet, è stata causa di grande disagio per tutta la durata della vacanza.

Inoltre abbiamo dovuto trascorrere le nostre ferie, non solo in un resort che non avevamo scelto, ma addirittura in un altro atollo. Inoltre nel villaggio eravamo gli unici clienti italiani.

Precisiamo che il costo per il resort Lily Beach è di $ 171 (come comunicatoci da Crown), pari a € 153,646 (cambio odierno) per due persone, trattamento all inclusive, contro un costo di 77,88 Euro a persona (pari a € 155,78 per due persone, trattamento full board), di Velavaru.

La giustificazione del vostro addetto che i costi relativi all’idrovolante vengono assorbiti dalla differenza di costo da voi sostenuta per il resort non trova quindi alcuna giustificazione.

Teniamo a sottolineare che siamo riusciti a salvare la situazione solo grazie al fatto di avere un’ottima padronanza della lingua inglese, in caso contrario suppongo avremmo dovuto trascorrere la vacanza nell’aeroporto di Male.

Problemi di questo tipo potrebbero capitare avendo organizzato il viaggio autonomamente, ma non sono minimamente accettabili avendo usufruito del servizio di un’agenzia rinomata come la vostra, per l’organizzazione del viaggio.

Inoltre è inammissibile che, nonostante avessimo effettuato il saldo prima della partenza, dopo una settimana il corrispondente locale si sia sentito autorizzato a trattarci come estranei, visto che nessun pagamento era stato effettuato a nostro nome.

Chiediamo quindi, ai sensi dell’art 9 delle condizioni generali di contratto di vendita di pacchetto turistico, il rimborso della differenza di prezzo del pacchetto, nonché delle spese sostenute per risolvere il problema.

Precisiamo che questa legittima richiesta ha ottenuto risposta negativa durante una conversazione telefonica con il vostro addetto, in palese violazione dell’art. 9.

Inoltre ci riserviamo, in base alla normativa vigente (Art. 14 del D. Lgs. 17 Marzo 1995, n.111), di richiedere il risarcimento per il danno da vacanza rovinata.

In particolare chiediamo: il rimborso delle quote dell’idrovolante (€ 196,95 contro € 250 pagati per Velavaru, pari ad € 106,1 ), il rimborso delle schede internet ($39), il rimborso della differenza di costo del resort (€ 19,206), nonché il rimborso dei pranzi non corrisposti in Sri Lanka.

Restiamo in attesa  di un vostro riscontro, riservandoci di adire a vie legali qualora la vostra risposta fosse insoddisfacente.

Distinti Saluti

 

contattaci per pubblicare le tue lamentele e disservizi subiti prima, durante e dopo un viaggio alle isole maldive

Contattaci per la pubblicazione delle tue lamentele

home page di www.tuttomaldive.it : sito web completamente dedicato alle isole maldive