Faru Club Med Febbraio 2004
by Elena

Pubblichiamo il testo della lettera di reclamo spedita da Elena al tour operator  Club Med per il soggiorno nel resort di Faru isola di Farukolhufushi nel Febbraio 2004. 

A:
CLUB MED
Att. Daniela Maiocchi
Largo Corsia dei Servi 11
20122 Milano.

C.C:
Akita Tour
Via M. Vittoria 35
10123 Torino

C.C:
Associazione Consumatori ADOC
Via Alessandria 21
Torino

Gentili Sigg.ri,
in data 23 gennaio ho prenotato una vacanza con partenza il 15 febbraio per il villaggio di Faru alle Maldive.
Dal catalogo leggo “ un atollo, un villaggio in mezzo all’oceano indiano…. un luogo perfetto per condividere momenti magici”. Dalle foto del catalogo e dalle descrizioni, nulla lascia immaginare una situazione sostanzialmente diversa da quanto descritto per l’isola di Faru, Maldive, nel Vostro catalogo.

La situazione che trovo al mio arrivo è purtroppo ben diversa; ve la sintetizzo brevemente e vi invio documentazione fotografica.

1. Di fronte all’isola di Faru, dove si trova il villaggio Club Med, su di un’isola artificiale, è in costruzione la nuova capitale delle Maldive, New Male.
2. La distanza dall’isola di Faru e New Male ( i nuovi palazzi in costruzione e gru relative) è di circa 1 km circa.
3. La vista dall’area del club destinata alle attività di vela e windsurf è sui nuovi palazzi in costruzione e le gru necessarie per costruirli.
4. Il mare, a seguito del disequilibrio creato dalla creazione dell’isola artificiale, è pieno di alghe ed impedisce la balneazione. Dubbi sulla balneabilità sorgono anche per l’estrema vicinanza dei cantieri di costruzione e per lo scarico in mare dei materiali di risulta. L’acqua a riva presenta un schiuma giallina in superfice, soprattutto sull’area di fronte a New Male.
5. La presenza di alghe in spiaggia ed in banchi in mare è eccessiva anche sull’altro lato dell’isola, ed impedisce la balneazione.
6. Dal personale del villaggio, al quale fin dal mio arrivo ho fatto le mie rimostranze chiedendo il rimpatrio immediato, apprendo che il problema è noto e che la chiusura del villaggio è prevista al più tardi in due anni.

Ora, suppongo che converrete con me che le ragioni di una vacanza alle Maldive, e per le quali avevo scelto tale destinazione, possono essere facilmente sintetizzate come segue:
- desiderio di vita naturale, e di un panorama che non comprende grattacieli a 10/20 piani
- mare cristallino
- mare balneabile

ed è per questa ragione per cui si affrontano 11 ore di volo e costi ben superiori ad ogni altra destinazione.

Il vostro catalogo NON fa alcun riferimento alla situazione reale del villaggio di Faru. Una descrizione del tipo “vista sulla New Male”, oppure “New Male in costruzione a circa 1 km da Faru” sarebbe stato un deterrente sicuro alla scelta di Faru, sia per me sia per tutti gli altri ospiti che hanno lamentato la grave mancanza di informazioni sull’effettiva collocazione e situazione dell’ambiente marino nel Vostro catalogo.

Inoltre l’agenzia di viaggi presso cui ho acquistato il pacchetto non era informata della reale situazione del villaggio di Faru. Ed infine, essendo il prezzo del viaggio e del soggiorno in linea con i migliori operatori della zona, nulla poteva far pensare ad una situazione degradata del tipo trovata, situazione che il Club Med, mi sembra di capire, intende affrontare con la chiusura del villaggio tra due anni!.


Data la mancanza di informazioni da Voi fornite, mancanza che voglio supporre involontaria, trovo che sia Vostra unica responsabilità la situazione in cui mi sono trovata e che mi ha impedito di :
- effettuare bagni in mare durante il periodo della mia permanenza
- godere dell’ambiente naturale “maldiviano”.
- godere di una settimana di pieno relax


Inoltre, faccio presente che all’arrivo al villaggio ho richiesto l’immediato rimpatrio. A fronte di un diniego, ho accettato un cambio di stanza (da una con vista su New Male ad una con vista sulla parte posteriore dell’isola), ma ho fatto presente alla Vostra responsabile locale della reception, sig.ra Natalie Vervandel, che al mio arrivo in Italia avrei comunque proceduto secondo quanto previsto dalla normativa italiana.

Pertanto, e per quanto sopra descrittoVi, e di cui vi fornisco documentazione fotografica in Allegato, Vi richiedo:

1. il rimborso totale del costo del viaggio (Euro 1747)
2. i danni per non aver goduto della mia unica settimana di vacanza ( e che fin d’ora Vi quantifico nella stessa cifra del costo del viaggio, Euro 1747)
3. l’inserimento nel Vostro catalogo di una descrizione che sia confacente alla situazione reale di Faru, in modo da evitare che la mancanza di adeguate informazioni possa trarre in inganno e recare danno ad altri consumatori.

Attendo una Vostra sollecita risposta alle mie rimostranze e richieste, nel termine di 10 giorni lavorativi. Dopo tale data sarò costretta, mio malgrado a far valere i miei diritti da un legale.


Distinti Saluti,

Elena

 

contattaci per pubblicare le tue lamentele e disservizi subiti prima, durante e dopo un viaggio alle isole maldive

Contattaci per la pubblicazione delle tue lamentele

home page di www.tuttomaldive.it : sito web completamente dedicato alle isole maldive