Kihaad agosto 2006
by Alberto&Emanuela 

Pubblichiamo il testo della lamentela di Alberto&Emanuela nei confronti di Valtur  per i disservizi subiti in occasione del viaggio al kihaad resort isola di kihaadhuffaru atollo di baa nell'agosto 2006.

Alberto XXXXXXX
Emanuela XXXXXXX 
XXXXXXXXXXXXXXXX
20151 - Milano
Tel. XXXXXXXXX
Cell. XXXXXXXXX
XXXXXXXXXX@XXXXXXXXXX.com


Spett.Le: VALTUR S.P.A.
Via Inverigo, 2
20151 - Milano

e.p.c.: GATTINONI & CO
Piazza Mazzini, 12
23900 - Lecco

e.p.c.: UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI
Via Duilio, 13
00192 - Roma

e.p.c.: SOS DEL TURISTA 
(Movimento Consumatori) 
Via C. M. Maggi, 14
20154 - Milano


Milano, li 28/08/2006
RACCOMANDATA A/R

Oggetto: RICHIESTA RISARCIMENTO CONSUMATORE / TOUR OPERATOR

Spettabile VALTUR S.P.A., 
Il sottoscritto lamenta l’inadempimento dell’obbligazione da Voi assunta con la vendita del pacchetto turistico dal 06/08/2006 al 21/08/2006, riportato sotto la voce "Villaggi Paradise" del Vostro catalogo 2006, comprendente un soggiorno presso il villaggio di Kihaad in località Maldive in camera Deluxe (pagamento di supplemento).

I motivi si possono riassumere nei punti qui a seguito:

1. STRUTTURA

1.1 MOLO PRINCIPALE DI ARRIVO/PARTENZA
 L'intera struttura coperta è pericolante, in quanto parte di essa è chiusa e non agibile con molte assi rotte e traballanti, le scale in legno usate come discesa e salita dalle barche, scricchiolano e si muovono, tanto che al nostro arrivo gli stessi animatori ci hanno detto di non sostare ma di salire velocemente. 
L'intero lato dei gradini di sinistra è crollato e lasciato in balia del mare, con parti di ponteggi, legno e corde rotte. 
Diverse travi portanti riportano profonde crepe. 


1.2 PONTILE PRINCIPALE DI ARRIVO/PARTENZA verso RECEPTION

 L'intero pontile è in uno stato conservazione pessimo, il legno è marcio, molte assi sono rotte e crepate, altre si flettono pericolosamente esponendo chiodi e viti. Presenta diverse parti danneggiate contrassegnate con una X. 
L'intero corrimano è in equilibrio precario in quanto i paletti di sostegno sono fissati male o non fissati del tutto, mancano dei bulloni. Alcune luci del pontile stesso sono divelte e pendenti verso l'acqua, manca una scaletta in legno per la risalita/discesa in mare e un'altra è priva degli ultimi tre gradini, quindi inutilizzabile. 
Tutto questo oltre che a essere un danno estetico grave che da un'idea di degrado è soprattutto pericoloso per gli ospiti. 

1.3 INGRESSO HALL / RECEPTION
 Appena terminato il pontile, poco prima di arrivare nella reception, sul lato sinistro manca completamente tutta una camminata/passatoia in legno (visibile invece sul lato destro) e a vista rimangono solo delle colate di cemento, bulloni, fili elettrici scoperti e parti di assi. 
Veramente indecoroso per una struttura venduta a peso d'oro come un 5 stelle. 
Questa cosa è rimasta tale e quale per tutti i 15 giorni di soggiorno senza che nessuno facesse mai manutenzione. 

1.4 DIVANI e POLTRONE RECEPTION
Alcuni divani e poltrone della reception avevano sui rivestimenti di tessuto diverse macchie marroni anche evidenti. Fatto notare in reception, non è mai stato risolto il problema. Visto che eravamo al mare, capitava spesso di essere presso la reception in costume da bagno e non era bello posare le gambe nude sopra quei cuscini. Gli addetti alla reception non ci hanno mai permesso di fotografare.

1.5 PONTILE OVER WATER
L'intero pontile che serve d’accesso alle camere  Over water e come passeggiata per raggiungere il gazebo in fondo al pontile stesso, per vedere il tramonto è pericolante. Molte assi sono crepate e marce. In diversi punti il pontile cede verso il basso. I corrimano sono inefficienti, alcuni pericolosamente piegati verso il mare, altri addirittura rotti a terra, lasciando dei buchi senza protezione. Diversi Over water hanno delle parti di legno dei terrazzini mancanti.
Un pomeriggio mentre camminavo, un asse si è alzata in verticale facendomi cadere il piede nel vuoto e solo grazie a mia moglie non sono caduto in mare da un altezza di 2 metri con 30 cm d'acqua sotto. Questo perchè nell'asse marcia, i chiodi non tenevano più. 
La pavimentazione del gazebo a diversi buchi e assi rotte e appuntite. 
Sui tavoli mancano i vetri di protezione. Le anfore con l'acqua per lavarsi i piedi sono sbeccate. Non ho parole! Fatto presente diverse volte al capo villaggio e in reception, i problemi sono comunque esistiti per l'intero soggiorno. Non serve cambiare solo un asse se l'intero pontile è pericolante. 

1.6 BEACH BAR ZONA OVERWATER
Il bar era in pessime condizioni strutturali, diverse persiane esterne erano sbeccate e molte mancanti. L'intero pavimento in legno esterno era marcio, alcune sdraio in legno avevano i traversi rotti. Le pale del ventilatore a soffitto erano guaste. Oltre alla pericolosità nel camminare, la struttura dava un grave senso di degrado e abbandono. Questa era la parte dell'isola dove chi soggiornava aveva pagato caro dei supplementi extra per le camere Deluxe e Overwater. 

1.7 AREA RISTORANTE
Tutta la pavimentazione del ristorante esterno era rotta, con diverse travi di legno spezzate e con viti e chiodi fuori sede, veramente in uno stato pesantemente compromesso, tanto che gli stessi animatori "consigliavano" di usare le scarpe o le ciabatte per evitare di farsi male. Tutto questo è assurdo in quanto toglie uno dei piaceri più belli di una vacanza alle Maldive, ovvero la libertà di girare a piedi nudi. Questo è il 6 viaggio alle Maldive e non avevo mai avuto questo problema. Sicuramente una delusione e molta rabbia in quanto, sul catalogo non potevo certo immaginare di trovare una situazione simile, visto che dalle foto sembra tutto nuovo e in ordine, le persone raffigurate girano a piedi nudi! Alcune sedie in legno erano pericolanti, una sera un commensale di Roma si è ritrovato a terra con la sedia rotta e di certo non pesava 100 chili.
Nella sabbia c'erano dei bulloni che spuntano per 5 cm fuori, fatto presente al capo ristorante, la sera dopo erano stati "incapsulati" con delle noci di cocco, ma non rimossi.

1.8 PONTILE DIVING CENTER
Anche questo pontile riportava gli stessi problemi sopra elencati, inoltre nella parte iniziale presentava una situazione di degrado, in quanto completamente arroccato di sacchetti di sabbia e plastica i quali permettevano di salire sopra di esso. Capisco benissimo i problemi di erosione del mare e del post Tzunami, ma posso sinceramente dire che il lavoro di sistemazione/ristrutturazione si poteva fare in una maniera più decorosa. Ho visto altri 2 villaggi dopo lo Tzunami, anche con delle "ferite" maggiori ma sicuramente con delle opere di restauro decisamente più idonee per un villaggio a 5 stelle. Non mi esprimo sulla situazione dell'isola a sinistra del pontile, le foto parlano da sole. 


2. CAMERA DELUXE

2.1 SERVIZI IGENICI
Dopo una settimana di soggiorno si era otturato in WC, abbiamo subito fatto presente il problema ma solo dopo 2 giorni questo è stato risolto. Nel frattempo eravamo costretti a chiedere a degli amici conosciuti sull'isola di usare il loro bagno. Non esiste una documentazione fotografica per ovi motivi.

2.2 VASCA IDROMASSAGGIO
All'inizio due bocchettoni non funzionavano e quando il problema è stato "risolto" comunque dopo un utilizzo di 5 minuti, l'acqua si colorava di giallo e sulla superficie erano visibili delle piccole chiazze "oleose". Risultato, mai fatto un idromassaggio. Il disaggio è stato pesante, non solo per non aver potuto usufruire della vasca, ma soprattutto la camera con l'idromassaggio ci è costata un supplemento del 15% sul pacchetto viaggio.

2.3 SERRATURA INGRESSO CAMERA
La serratura d'ingresso aveva grossi problemi d’apertura sin dal nostro arrivo. Abbiamo fatto presente la cosa e solo dopo diversi solleciti la reception, sono arrivati a vedere il problema, senza mai risolverlo per l'intero soggiorno, incolpando il mal funzionamento alla porta e non alla serratura. Un grave disagio sulla sicurezza personale e dei beni privati. Siamo stati costretti a chiudere sempre le cose di valore come macchine fotografiche, IPod, ecc.. in cassaforte o nelle valigie in quanto per evitare di rimanere chiusi fuori lasciavamo la camera aperta.

2.4 FRIGOBAR
Ci viene comunicato che per usufruire del servizio occorreva compilare il foglio preposto e consegnarlo in reception. Dopo un giorno facciamo presente che il frigobar era ancora vuoto e ci comunicano che il foglio è andato perso. Lo ricompiliamo e lo consegniamo direttamente al bar principale. Solo dopo diverse segnalazioni al capo villaggio e dopo altri 3 giorni abbiamo avuto l'acqua e le bibite in camera.

2.5 PRESE CORRENTE
L'intero villaggio era dotato di prese americane a tre lamelle. Questo non era specificato in nessun modo a catalogo, citando solo “Corrente 220V”. Chiediamo in reception un adattatore per la camera. NON ESISTONO ADATTATORI. Tutti i maldiviani e lo stesso staff Valtur consiglia un "trucco"!!? Bisognava entrare nel foro superiore con un oggetto appuntito, abbassare la sicura e inserire poi nei due fori sotto la presa europea, in maniera sicuramente non conforme a nessuna normativa di sicurezza. INACETTABILE.


3. SERVIZI e IGENE

3.1 DISCARICA 
In prossimità del Diving Center, vicino ad un vialetto interno, c'era una discarica a cielo aperto di cocchi aperti, bottiglie di plastica e pezzi di frutta. Sicuramente non una situazione decorosa per un’isola "gioiello" alle Maldive. Inoltre a 50 metri si trovavano tutte le celle frigor del vettovagliamento del villaggio. In questa zona abbiamo visto più volte dei topi. Questa strada la facevamo 4 volte al giorno per recarci al Diving. Anche l'odore era molto significativo.

3.2 RIFIUTI IN MARE 
Essendo Kihaad nelle vicinanze (di fronte) ad un isola dei pescatori, capitava, causa correnti, che sulla spiaggia di fronte alle Deluxe si trovasse di tutto, dalle bottiglie, a sacchetti di plastica, pannolini e assorbenti. La pulizia della spiaggia, veniva fatta solo la sera e il mattino presto. Due pannolini sono rimasti l'intera giornata sulla battigia.

3.3 COREOGRAFIA 
Da un punto di vista coreografico, gli animatori con le torce e la scritta "Khiaad 2006" incendiata nel mare era bellissima. Però alla fine dello spettacolo, sia la scritta che le torce impregnate di cherosene, venivano spente nel mare! 
E' assurdo, in un posto dove il rispetto e l'equilibrio ambientale si predica in tutte le lingue e si cerca di far rispettare! QUESTO PROBLEMA E' STATO SEGNALATO PIU' VOLTE ANCHE DAL DIVING CENTER, NON HO PAROLE!



Tutti i disservizi sopra elencati hanno recato a me e alla mia consorte notevoli disagi, stress e danni morali, avendo aspettato e sognato questa vacanza per lungo tempo. Soprattutto per non averci fatto vivere le Maldive "Un sogno lungo un atollo" come cita il vostro catalogo. Sicuramente un villaggio che NON si avvicina minimamente ad un resort 5 stelle (6 pallini Valtur, il massimo).

Per tali ragioni VALTUR deve ritenersi in grave inadempimento, in aperta violazione dell’articolo 12, comma 4 e dell’articolo 17, comma 2 del decreto legislativo n. 111 del 1995.

Con la presente, pertanto, Vi chiedo formalmente ai sensi dell’art. 14 della citata normativa, il risarcimento di Euro 6.000,00 per tutti i disagi e disservizi subiti in loco, il rimborso del supplemento pagato per la camera Deluxe di Euro 718,20. Nonché risarcire l’ulteriore danno morale subito, quantificato in 2.000,00 Euro a persona, per un importo totale di Euro 10.718,20 con avvertimento che non provvedendo, nel perentorio termine tassativo di giorni 15 dal ricevimento di questa Raccomandata A/R, sarà mia cura tutelarmi nelle più opportune sedi legali competenti.

In attesa di riscontro nel termine intimato, cordiali saluti.


Milano, 28/08/2006



Alberto XXXXXXX Emanuela XXXXXXX

contattaci per pubblicare le tue lamentele e disservizi subiti prima, durante e dopo un viaggio alle isole maldive

Contattaci per la pubblicazione delle tue lamentele