Kuda Rah - Club Vacanze
dicembre 2004 by Antonio e Vittoria

Pubblichiamo le lamentele e le fotografie di Antonio e Vittoria nei confronti del tour operator Club vacanze per i disagi e i disservizi subiti durante il soggiorno al kuda rah resort  nel dicembre 2004. 

Spett.le
CLUB VACANZE PARMATOUR S.p.A.
Via Emilia Est, 216/a
43100 PARMA PR

Spett.le
BLU VACANZE S.p.A.
Via Amendola, 2
40121 BOLOGNA

Spett.le
BLU VACANZE S.p.A.
Corso Garibaldi, 49
20121 MILANO
RACCOMANDATA AR


Bologna, 20/12/2004

I sottoscritti Antonio XXXXXXX e Vittoria XXXXXXX, residenti in Bologna – Via XXXXXXXXX, hanno prenotato e regolarmente pagato presso l’agenzia Blu Vacanze di Bologna – Via Amendola n.2 - un viaggio al Villaggio Club Vacanze KUDA RAH (Maldive) dal 07/12/2004 al 12/12/2004, al prezzo di Euro 1.310,00 a persona, oltre al successivo “adeguamento carburante” di Euro 45,00 a persona per un totale complessivo di Euro 2.710,00.

Durante il viaggio si sono verificate le seguenti circostanze, anticipateVi via fax in data 07/12/2004, che hanno comportato la mancata erogazione dei servizi pattuiti, da Voi offerti, e previsti dal catalogo consegnatoci:

1) Assoluta difformità tra quanto da Voi presentato in catalogo e la reale morfologia dell’isola; spiaggia quasi totalmente assente, camere deluxe non sulla spiaggia come da fotografie bensì sull’acqua peraltro inaccessibile a causa della presenza di sassi e coralli. In merito a questa questione, perfettamente consci del fatto che a causa dell’erosione del mare la situazione possa modificarsi anche in maniera repentina, pare ovvio, visto che anche nel catalogo successivo a quello a noi presentato sono riprodotte immagini ormai sorpassate che non rappresentano la reale situazione, che le stesse sono inserite con finalità perlomeno ingannevoli.
2) Le strutture sono in graduale ed evidente stato di decadimento, con carenza di manutenzione: la piscina era inagibile, la zona bar esterna dismessa, nella zona vicino al pontile 1 era presente un cantiere abbandonato; totale mancanza di pulizia e manutenzione ordinarie in alcune zone dell’isola e precisamente sentieri sulla spiaggia verso le camere prospicenti, zone sul retro del ristorante...
3) Il centro benessere, ampiamente descritto sul catalogo come “un’incredibile esperienza di relax finalizzata al recupero dell’armonia e dell’equilibrio attraverso i cinque sensi” era chiuso per mancanza del personale addetto. Proprio per la presenza di questo servizio, peraltro già da noi ampiamente utilizzato in precedenti vacanze sia alle Maldive che ad Antigua ci eravamo indirizzati sulla Vostra struttura.
4) Il Biologo marino – del quale abbiamo con piacere avuto modo di ascoltare una lezione - ha abbandonato l’isola il 7/12 ed il suo sostituto è arrivato solo dopo qualche giorno.
5) Il servizio di ristorazione, del quale sul catalogo sono citate l’ampia scelta con proposte della cucina italiana ed internazionale, si è rivelato invece assolutamente inadeguato, scarso, ripetitivo e quasi squallido: non sono mai mancati a pranzo i wurstel e le patatine fritte, assieme al petto di pollo cucinato alla piastra ed alle melanzane alla parmigiana, ma la frutta era assolutamente scarsa ( una qualità alla volta) e le verdure erano spesso inscatolate. Il buffet era talmente scarso che dopo mezz’ora era praticamente esaurito, ed anziché sostituire i piatti esauriti essi venivano semplicemente eliminati. Le cene, servite alla carta, sono state invece quasi sempre costituite da portate a dir poco fuori luogo per la località in cui ci trovavamo: agnello con patate, risotto alla milanese, risotto alla parmigiana, solo un paio di volte il pesce, per dessert un solo dolce e mai la frutta. Il servizio è sempre stato lento e scoordinato, basti pensare che i contorni (anche cavolo bollito) sono sempre stati serviti dopo avere terminato il giro dei due secondi.
6) La spiaggia di fronte alla nostra camera fronte mare n.25 – che ci è stata assegnata a seguito delle nostre rimostranze circa quella deluxe inizialmente attribuitaci in quanto non sulla spiaggia come risultava da catalogo (si veda il punto1) era inaccessibile a causa della presenza di dislivello di circa 80cm. con presenza di radici e numerosi sacchetti di plastica rotti (originariamente forse contenenti sabbia di contenimento ma ormai vuoti e non sostituiti e tanto meno eliminati)e residui di manufatti in cemento oltre a rifiuti di vario genere(vetri, barattoli arrugginiti, ecc.) giacenti sulla battigia; l’acqua praticamente stagnante contribuiva a inoltre creare muschi e cattivi odori. Francamente, vista anche la presenza dei muretti di contenimento – per inciso e ad ulteriore dimostrazione della voluta ingannevolezza del Vostro materiale pubblicitario differenti da quelli presenti nel catalogo – pareva di essere in un qualche Lido Ferrarese piuttosto che alle Maldive.
7) Non parliamo poi della presenza di un gallo di proprietà della struttura che ha allietato tutti i nostri risvegli con il suo solitario canto ogni mattina alle 4,15 ripetendosi con precisione svizzera ogni 25 secondi.
8) Le nostre perplessità sono state inizialmente esposte al “Capo Diving” che svolgeva temporaneamente le funzioni di capo villaggio, che si è dimostrato poco interessato ai nostri problemi ed alle nostre richieste, oltre ad essere palesemente arrogante, scortese e comunque assolutamente non idoneo a gestire situazioni di disagio o di “crisi” degli ospiti (basta dire che abbiamo dovuto praticamente implorare e poi quasi litigare per avere un kiwi..!). Solo successivamente abbiamo ricevuto le scuse e la comprensione per i nostri disagi dal gentilissimo e competente capo villaggio Francesco nel frattempo rientrato dall’Italia. Più di questo non gli è stato però possibile fare date le pessime condizioni dell’isola; possiamo però sicuramente affermare che se fosse stato presente fin dall’inizio della nostra vacanza non saremmo sicuramente stati trattati in malo modo come è successo con il suo pessimo sostituto.

Per tutto quanto sopra esposto (dimostrabile peraltro con ampia documentazione fotografica) riteniamo che quanto da Voi vendutoci non corrisponda assolutamente a quanto inizialmente propostoci: strutture decadenti, servizi scadenti od addirittura non presenti, con l’aggravante della mancata comprensione e collaborazione del Vostro personale in loco.

Con la presente siamo pertanto a richiedere un risarcimento per il cosiddetto danno da vacanza rovinata come da D.Lgs. 111/95 che possiamo in via amichevole si da ora quantificarVi nell’importo da noi pagato per una vacanza assolutamente diversa da quella da Voi propostaci

Restiamo in attesa di un cortese e sollecito cenno di risposta in mancanza del quale non esiteremo ad adire nei Vostri confronti le vie legali.

Distinti saluti.

 isole maldive viste da vicino : racconti, informazioni e consigli utili e foto dei viaggi o delle crociere degli amici di www.tuttomaldive.it  foto gallery   le fotografie di Antonio e Vittoria nei confronti del tour operator club vacanze per i disagi e i disservizi subiti durante il soggiorno al kuda rah resort nel dicembre 2004

contattaci per pubblicare le tue lamentele e disservizi subiti prima, durante e dopo un viaggio alle isole maldive

Contattaci per la pubblicazione delle tue lamentele

home page di www.tuttomaldive.it : sito web completamente dedicato alle isole maldive