Kuramathi Village 2007  

maggio 2007 by Ale&gary (utente forum maldive Ale&Gary)

Ale&Gary AL KURAMATHI VILLAGE DAL 27/4 AL 5/5/2007

Un viaggio così lo abbiamo sempre sognato… e a furia di immaginare come sarebbe stato, abbiamo deciso di partire e intraprendere questo meravigliosa “avventura”.
Siamo partiti da Milano isole maldive fotografie informazioni notizie isole maldive kuramathi village resort isola di kuramathi atollo di rasdhoo e kandholhudhoo atollo di ari nord nel maggio 2007 by Ale&gary (utente forum maldive Ale&Gary) Malpensa venerdì 27 aprile 2007 alle ore 19.15. Volo Eurofly. Volo perfetto, nessun ritardo all’andata, solo 30 minuti al ritorno il 5 maggio (arrivo effettivo h. 16.35). Il menù proposto è il medesimo sia all’andata che al ritorno: gemelli ricotta e spinaci o matricina, formaggio, dolce di pasta frolla e cioccolatino alla nocciola. TO Flyaway-
La nostra destinazione, decisa già da qualche anno, Kuramathi Island.
Kuramathi è un’isola dell’Atollo di Rasdhoo, situata a nord dall’Atollo di Ari, a 70 chilometri dall'aeroporto. Isola dalle grandi dimensioni, si percorre a piedi o con “navetta” a disposizione degli ospiti (1.5 Km in lunghezza).
Mettiamo piede sull’isola, dopo un’ora e 45 di barca veloce. Viaggio in barca gradevole e riposante, dato l’arretrato di sonno accumulato dopo il volo notturno in cui l’agitazione aveva preso il sopravvento sulla stanchezza. 
Un incanto d’innanzi ai nostri occhi. Ampie spiagge fiancheggiano il pontile dove approdiamo e una rigogliosa vegetazione attira subito la nostra attenzione.
Ci accolgono gli abitanti del luogo, con il loro lunghi parei color pastello, che ci accompagnano alla reception dove ci attende, oltre alla assistente italiana, un fresco cocktail di benvenuto e delle salviette per rinfrescarci dopo il lungo viaggio. Poco dopo, chiavi in mano, ci accompagnano nel nostro beach bungalow. 
isole maldive fotografie informazioni notizie isole maldive kuramathi village resort isola di kuramathi atollo di rasdhoo e kandholhudhoo atollo di ari nord nel maggio 2007 by Ale&gary (utente forum maldive Ale&Gary) E’ l’unica isola dell’arcipelago caratterizzata da più di un resort, infatti sono presenti 3 strutture differenti (Kuramathi Village, Kuramathi Cottage e Blue Lagoon). 
Noi abbiamo scelto il Village. Ci accomodiamo nella nostra stanza Deluxe.
Bellissimo bungalow indipendente e in legno con il tetto in paglia. L’ingresso è con veranda e due poltrone in vimini con tavolino. All’interno uno splendido e abbondante letto a baldacchino, un divanetto e un tavolino a nostra disposizione, un bel armadio e una scrittoio con specchio. Un bagno di grandi dimensioni ma modesto nell’arredo e all’esterno una splendida doccia maldiviana provvista di mini giardinetto interno con illuminazione notturna e uno stendino a muro. Anche di notte il relax è assicurato.
Ci svestiamo di corsa, spalanchiamo la valigia stracolma, ci mettiamo il primo costume che salta fuori e ci precipitiamo in spiaggia. A 20 metri dalla stanza la spiaggia della laguna: Kuramathi non ha la classica forma tondeggiante di un’isola maldiviana ma sembra uno spicchio di torta allungata. Nella costa interna all’atollo, la laguna, mentre quella esterna è caratterizzata da uno splendido reef.
isole maldive fotografie informazioni notizie isole maldive kuramathi village resort isola di kuramathi atollo di rasdhoo e kandholhudhoo atollo di ari nord nel maggio 2007 by Ale&gary (utente forum maldive Ale&Gary) Le spiagge, soprattutto nella zona laguna, sono ampie e bianchissime, stracolme di piccoli paguri e abitate da miriadi di granchietti bianchi come la sabbia che alle prime vibrazioni di passi in avvicinamento scompaiono del tutto mimetizzati e insabbiati. Sabbia fine nella zona laguna e più corallina nella “costa-reef”.
L’acqua della laguna è limpida e calda. Abitata da branchi di squaletti a pinna nera e innocui, lunghi circa 30 – 50 centimetri, che nuotano indisturbati a riva in mezzo a tanti piccoli pesciolini che cercano di trovare una via di fuga. Vi sono anche tante piccole mante che viaggiano in coppia.
Nel pomeriggio facciamo per la prima volta snorkeling. Ci portiamo nella zona reef. Vi sono delle bandierine o delle boe che segnalano le vie di accesso sicure. Spettacolare quello che attende i nostri occhi. Tanti pesci farfalla e pesci chirurgo nuotano intorno a noi, incuranti della nostra presenza. Miriadi di colori, complice la luce del sole riflessa, delizia i nostri inesperti occhi. Consigliamo una macchina fotografica acquatica.
Abbiamo avuto la possibilità di fare snork anche nella zona laguna e l’esperienza non ci ha lasciato a bocca asciutta (fosse solo perché ci trovavamo comunque in acqua!!!). Anche la laguna offre una varietà di pesci incredibili e piccoli coralli coloratissimi e preziosi.
Finito snork, decidiamo di fare un giro completo dell’isola. La passeggiata ci impegna parecchio, in quanto l’isola non è delle più piccole, anzi. Ci dirigiamo verso la punta, dove le due coste si incrociano assieme alle due correnti. 
isole maldive fotografie informazioni notizie isole maldive kuramathi village resort isola di kuramathi atollo di rasdhoo e kandholhudhoo atollo di ari nord nel maggio 2007 by Ale&gary (utente forum maldive Ale&Gary) Non pensavamo avremmo mai visto uno spettacolo simile. Finita la spiaggia, un sentiero di sabbia sotto il livello del mare conduce ad un centinaio di metri ad una lingua di sabbia emersa, chiamata così dagli abitanti del luogo, le cui dimensioni variavano a seconda della marea. Questa lingua si immerge nuovamente dopo centinaia di metri per poi riemergere nel bel mezzo dell’Oceano Indiano. Le correnti non troppo forti ci facilitano il percorso. Percorriamo il tratto sommerso e approdiamo sull’isola di sabbia.
Sembrava, in un momento di delirio di onnipotenza, di camminare sulle acque… Lontano da te il mondo terreno, abitato… A riportarci alla realtà, in lontananza un temporale in arrivo da sud ovest. Ci sa proprio che il monsone sta girando… Conviene tornare sulla terra e visitare l’altro lato dell’isola.
La spiaggia della costa reef è meno sviluppata, ma è comunque deliziosa. Siamo costretti a tratti a rientrare all’interno in quanto vi sono un po’ di zone frastagliate e impraticabili a piedi scalzi. 
isole maldive fotografie informazioni notizie isole maldive kuramathi village resort isola di kuramathi atollo di rasdhoo e kandholhudhoo atollo di ari nord nel maggio 2007 by Ale&gary (utente forum maldive Ale&Gary) L’isola è caratterizzata da tanti sentieri che attraversano la lussureggiante vegetazione presente: palme da cocco, banani, alberi di papaia, lime e mango, fiori esotici di ogni colore, pandani e i maestosi Ficus Benghalensis (detti anche Nika). 
Abbiamo visto parecchi piccoli iguana che ci attraversano la strada e, alzando lo sguardo, volpi volanti che atterrano sui rami e si appendono a testa in giù. Tanti aironi in azione da caccia sulle rive delle splendide spiagge bianche, che, una volta sazie, si riparano sotto le meravigliose mangrovie.
Appuntamento caratteristico dell’isola è previsto per le ore 18.30 di ogni sera, quando un maldiviano esperto si appresta sotto il pontile del bar del Cottage per rifocillare e imboccare le grosse mante (circa un metro di diametro) che si avvicinano tranquillizzate dalla rassicurante e discreta presenza del generoso maldiviano che non manca di elargire anche qualche coccola. 
Il terzo giorno abbiamo noleggiato per un’ora la canoa e abbiamo costeggiato il lato laguna, avendo l’opportunità di immortalare e rendere nostra una visuale inedita dell’isola stessa (costo $ 16 complessivo). Esperienza consigliata. 
Sull’isola è presente una bellissima piscina a disposizione degli ospiti in tariffa All inclusive del Cottage e del Blue Lagoon e uno sport center (attrezzato di campo da tennis, calcio, pallavolo e beach volley, canoa, windsurf e catamarano).
E’ possibile comunque l’utilizzo da parte degli altri ospiti al costo di $ 15 a persona per la settimana. 
Esiste anche un beauty center. Tutto rigorosamente fuori costo.
Sono previste diverse e costosissime escursioni, tra cui un giorno e una notte a Kandholhudhoo in overwater, isola dell’Atollo di Ari Nord, tra Fesdu ed Ellaidhoo, a sud di Maayafushi di dimensioni ridotte (210 x 170 m), nota in quanto, dopo l’avvento de El Ninjo, possiede il house-reef più bello delle Maldive. Vale soprattutto per chi pratica lo snorkeling, dato che il reef si presenta più particolare in superficie che non ad una profondità oltre i 15 m. Costo 400 $ circa a coppia. Abbordabile! Non trovate?!?
Abbiamo deciso per una gita più economica e praticata: l’isola dei Pescatori, Rasdhoo, costo $ 10 a persona. Qui abbiamo speso parecchio per acquistare souvenir per i nostri bimbi e per il parentado. Prezzi sicuramente più abbordabili di quelli applicati al negozietto dell’isola di soggiorno.
Sull’isola di Kuramathi sono presenti anche i famosi Overwater, che però sono a disposizione solo delle strutture Cottage (bifamiliari) e del Blue Lagoon (Ow singoli). Il Village dispone di camere Standard, tutte con ingresso indipendente e piccola veranda, spesso con accesso diretto sulla spiaggia, di Deluxe e Superior, tutte comunque dotate di aria condizionata, pale, frigobar, telefono e cassaforte. No TV.
La pulizia della stanza è prevista due volte al giorno, la mattina e durante la cena. isole maldive fotografie informazioni notizie isole maldive kuramathi village resort isola di kuramathi atollo di rasdhoo e kandholhudhoo atollo di ari nord nel maggio 2007 by Ale&gary (utente forum maldive Ale&Gary) Il lenzuolo ogni sera assume magicamente forme diverse: pesce, onde o farfalla. Teli mare in dotazione alla camera di diversi colori a seconda del resort di appartenenza. Sconsigliamo la parte centrale dell’isola e le camere (tutte del Cottage) in prossimità del generatore in quanto troppo rumorose (dal n. 200 -220). 
Meteo: dato l’imminente arrivo della stagione umida, il periodo prescelto non era dei migliori. Nel complesso comunque positivo. Ha piovuto solo il secondo pomeriggio e la sera prima di partire c’è stata una bufera tropicale particolarmente violenta. Le nuvole comunque andavano e venivano. Siamo tornati bruciati e particolarmente neri. Consigliamo crema solare con protezione superiore ai 30.
Per quanto riguarda il cibo, da italiani e da amanti del mangiar mediterraneo, vi rassicuriamo sul fatto che la pasta (seppur eccessivamente al dente) è presente nel buffet sia a pranzo che a cena, in varietà differenti (gorgonzola, broccoli, ragù, salsa rosa, pomodoro, “Napolitano” – specialità del presidente – e una irriconoscibile carbonara con ingredienti davvero originali). Il buffet è più o meno ricco a seconda che ci sia abbinato un menù al tavolo, previsto a pranzo o a cena e dedicato ogni giorno alle varie specialità internazionali. Colazione intercontinentale e abbondante. 
Avendo scelto la tariffa pensione completa, le bevande ai pasti sono escluse. L’acqua da 1,5 l. costa $ 4 (euro 3). Mentre è compreso a fine pasti il caffè americano e tea. 
Nel complesso, seppur con qualche riserva da parte mia, siamo soddisfatti del servizio ristorazione.
L’isola è frequentata da tedeschi e inglesi ma non in esclusiva. Francesi, italiani, russi, qualche giapponese e indiano, ma anche russi.
Mance: 1 $ al ragazzo che ci ha accompagnato in stanza e al ragazzo che ci ha portato la valigia. 10 euro (non avevamo ancora cambiato i cento dollari) al cameriere e al room boy per tutta la settimana. Tutti si fanno capire, masticando un po’ d’italiano.
Abbiamo avuto modo di testare anche il Medical Center: sinceramente ne avremmo fatto volentieri a meno, dato l’inconveniente occorso e il costo sostenuto (121 $ per 3 visite e le medicine, tra cui una massiccia dose di cortisone endovena). Comunque il servizio è nel complesso buono. Il limite è la lingua, parlano solo in inglese e tedesco. Se non ci fosse stato mio marito sarebbe stato complicato esprimere il problema e comprenderne la terapia, dati i termini più ricercati della medicina.
Sull’isola è presente anche la camera iperbarica, ma questa fortunatamente non l’abbiamo sperimentata.
La nostra valutazione complessiva è comunque molto buona. Anzi siamo ENTUSIASTI. Pensiamo di aver fatto la scelta giusta e se non fosse che vorremmo vederne anche altre di isole dell’arcipelago, ci torneremmo volentieri. Magari fra qualche anno con i nostri bimbi quando però avranno raggiunto l’età scolare. Sinceramente e soggettivamente, riteniamo che per loro, così piccoli, l’adattamento al fuso ma soprattutto il lungo viaggio con i rischi di ritardi correlati, sarebbe attualmente un vero sbattimento.
Maldive: quando la realtà supera il sogno e l’immaginazione… e ora che la nostra realtà ha ripreso le tonalità del grigio, chiudiamo gli occhi e sogniamo di non essere mai venuti via!

maggio 2007 by Ale&gary (utente forum maldive Ale&Gary)

home page di www.tuttomaldive.it : sito web completamente dedicato alle isole maldive isole maldive viste da vicino : racconti, informazioni e consigli utili e foto dei viaggi o delle crociere degli amici di www.tuttomaldive.it
www.tuttomaldive.it