Maafushivaru gennaio 2005  

gennaio 2005 Clara&Marco&Michele&Matteo

MAAFUSHIVARU (Atollo di ARI)

Cari amici di TuttoMaldive,
la mia prima esperienza in questo Paradiso terrestre è iniziata proprio quel fatidico 26 Dicembre 2005 quando, dopo pochi minuti dall’atterraggio, un’onda di marea ha raggiunto gli atolli in seguito al grande terremoto avvenuto poche ore prima al largo dell’isola di Sumatra, a circa 2000 kim da qui. isole maldive foto photo informazioni twin island resort isola di maafushivaru atollo di ari sud by Clara&Marco&Matteo&Michele gennaio 2005 durante il maremoto Fortunatamente non ci siamo lasciati spaventare e, rincuorati dalle positive notizie sullo stato dell’isola di Maafushivaru (che è stata solo lambita marginalmente dall’acqua) e dalla professionalità degli operatori Turisanda, abbiamo raggiunto l’isola. Maafushivaru si trova nella parte sud dell’atollo di Ari, a 96 km di distanza dall’aeroporto che si possono coprire o con un volo di 25 minuti in idrovolante, esperienza veramente entusiasmante, oppure con un paio d’ore di barca veloce.
Il gruppo vacanze era composto oltrechè da me da mio marito, determinato a prendere il brevetto di sub, dai nostri due scatenatissimi bambini di 8 e 6 anni, dal mitico nonno ultrasettantenne e dalla zia anche lei non giovanissima ma piena di spirito di scoperta. Siamo stati i primi ospiti a tornare a Maafushivaru dopo i lavori di ristrutturazione che si sono svolti tra Maggio e Dicembre di quest’anno che ne hanno completamente modificato la parte abitativa sia nei materiali utilizzati (tutti naturali come legno, rattan, paglia) che nei colori (sandalo e sabbia) che anche nello stile architettonico, di tipo colonial molto raffinato.
Dal lungo pontile principale di legno sopraelevato e orientato a est (da cui si godono delle albe da sogno) si raggiunge la bella reception soppalcata con pavimenti di bianchissima sabbia che invogliano subito a togliersi le scarpe e a non rimetterle finchè non si riparte. Le belle isole maldive foto photo informazioni twin island resort isola di maafushivaru atollo di ari sud by Clara&Marco&Matteo&Michele gennaio 2005 durante il maremoto sedie in midollino, il bancone a quadruplo strato di legno, il ventilatore a pale e la bella e colorata boutique danno a questo luogo un’aria molto chic e ricercata, perfettamente in armonia con la splendida cornice naturale che lo circonda.
Vero punto di forza è stata la cucina del rinomato e affascinante chef italiano Giovanni, che ha saputo entusiasmare adulti esigenti e bambini inappetenti con i suoi sapori mediterranei veraci, affiancati da un piacevole tocco maldiviano.
I miei bambini sono andati in brodo di giuggiole alla vista della meravigliosa piscina di acqua dolce che si confonde a vista d’occhio con il mare, dove si affacciano le camere sull’acqua e la SPA con le cabine all’aperto sul mare. Davanti alla bianchissima spiaggia un piccolo dhoni regala al paesaggio azzurrissimo una nota di colore. Un airone sosta spesso a farsi ammirare e si unisce a noi all’ora del tè...
I bungalow sulla spiaggia sono superlativi: grandissimi, con lettone a baldacchino centrale tutto in legno, lenzuola di seta écru e persino la macchina del caffè in camera; anche il bagno è molto particolare, con finestre all’aperto e doppia doccia interna ed esterna. Tutti i bungalow hanno la veranda sul mare con lettini e sdraio in legno foderati con cuscini color sabbia.
Lo staff della Turisanda è simpatico e discreto: Paolo, il capovillaggio sempre col sorriso a 32 denti, Filippo il menestrello che rallegra le serate con le sue canzoni, Lorenzo il biologo marino che ci conduce sul reef a fare snorkeling e ci racconta tutto sui pesci e sui coralli, isole maldive foto photo informazioni twin island resort isola di maafushivaru atollo di ari sud by Clara&Marco&Matteo&Michele gennaio 2005 durante il maremoto Romina che ci fa da angelo custode durante le escursioni al villaggio dei pescatori e a pescare con il bolentino al tramonto e Cinzia e Daniele che sono l’anima del centro diving. Infine Soraya, solare musa del nostro shopping alla boutique e scatenata danzatrice di bodu beru, la musica coi tamburi dei pescatori maldiviani.
Un’ultima nota per descrivere i tramonti a Maafushivaru, della cui bellezza la foto che allego non riesce a rendere sufficiente merito: agli splendidi colori che tingono di rosa e di rosso il cielo si aggiunge la danza dei gruppi di pesci volanti che a centinaia saltellano sull’acqua al tramonto incalzati da uno squaletto o da altri predatori a poche decine di centimetri da riva. Quando il sole è tramontato sulla spiaggia si intravedono nel buio piccoli punti di luce regalati dal plancton fosforescente, come delle lucciole di mare.
La nostra esperienza è stata nel complesso molto positiva: la bellezza del luogo ci ha anche aiutato a mitigare la preoccupazione dovuta alle conseguenze del terremoto, che qui per fortuna non non ha avuto effetti materiali di rilievo. Venite dunque tranquilli e godetevi questo cuscino di sabbia adagiato su una laguna cristallina che saprà regalarvi momenti indimenticabili.

Clara con Marco, i nostri bambini Michele e Matteo, il nonno Donato e la zia Olga
Gennaio 2005

gennaio 2005 Clara&Marco&Michele&Matteo