Taj Coral Reef 2004
dicembre 2004 By Laura&Massimo
Taj Coral Reef dicembre 2004 by Massimo&Laura

Quello che segue è il resoconto del viaggio alle Maldive compiuto tra il 6 e il 14 dicembre 2004. Meta del viaggio era l’isola di Hembadhoo, presso il Taj Coral Reef, con il Tour Operator Eurotravel. isole maldive foto photo informazioni consigli utili isole maldive taj coral reef resort isola di hembadhoo atollo di male nord by Laura&Massimo dicembre 2004 La giornata del vostro prode corrispondente inizia con il trasferimento in macchina all’aeroporto di Fiumicino; appena interrogato, lo stereo di bordo risponde con “Have you ever seen the rain” dei Creedence e devo dire che, viste le previsioni meteo per Malè, questo appare come il più infausto dei presagi.
Comunque arriviamo in aeroporto e ritiriamo i biglietti e gli omaggi della Eurotravel (un porta documenti e uno zaino che si è sfasciato in 10 minuti) e ci apprestiamo ad attendere l’imbarco. Con venti minuti di ritardo (alle 23) saliamo a bordo del nuovissimo A330-200 della Eurofly e ci apprestiamo al decollo; l’aereo, ancora con la livrea del gruppo Alitalia (che sarà abbandonata nel corso del 2005), in questa configurazione è piuttosto comodo presenta 256 posti in classe turistica (chiamata Joy), 20 posti in intermedia (Koncept) e 12 in Business (Style).
Il vostro corrispondente si sistema, ovviamente, in turistica; i sedili sono abbastanza comodi, con un supporto lombare che fa sentire la sua efficacia già dopo le prime ore; ogni posto ha il suo schermo individuale multifunzione (film, musica, giochi o informazioni di viaggio) con telecomando; purtroppo però lo spazio per le gambe è abbastanza critico e per chi supera il metro e ottanta dopo la quinta ora cominciano i problemi. 
Nel giro di un’ora dal decollo viene servita la cena e sulla qualità del cibo preferirei sorvolare, ma per non venir meno al dovere di cronaca vi espongo il mio parere: fa veramente pena. I pasti sono gli stessi dei voli Alitalia che incredibilmente hanno un sapore perfettamente omogeneo, nel senso che i tortellini hanno lo stesso gusto del panino con il prosciutto e dello yogurt… ma questa è un’opinione strettamente personale … de gustibus non disputandum est. La cortesia del numeroso personale di bordo è appena sufficiente.
I film non sono capolavori della cinematografia, ma sono relativamente recenti e aiutano a passare qualche ora, così fra “Troy”, “Starsky e Hutch” e George Clooney ci avviciniamo alla meta; di dormire non se ne parla, perché lo spazio è poco, quindi occhi aperti fino alla colazione. 
Arriviamo sul cielo delle Maldive e siamo accolti dai nuvoloni, ma atterriamo con un discreto anticipo, quindi il morale è alto; non facciamo però in tempo a ritirare i bagagli che si scatena un temporale colossale e a questo punto tralascio i commenti…
Nel frattempo facciamo conoscenza con l’assistente Eurotravel, il grandissimo Silvano; aspettiamo al bar che il gruppo del Taj (pronuncia Tagi) si riunisca e ovviamente veniamo assediati dai Maldiviani che tentano di spacciarci acqua a prezzi stratosferici, noi veterani del forum di Tuttomaldive però tiriamo fuori la nostra acqua bollente dal bagaglio a mano e risparmiamo 4 dollari.
Nel giro di venti minuti la pioggia cessa e noi possiamo dirigerci verso la nostra barca veloce; lasciato l’aeroporto da 10 minuti cominciamo a renderci conto del Paradiso in cui siamo giunti, l’oceano è splendido ed i colori sono meravigliosi. Il mare è discretamente mosso e chi ne soffre dovrebbe scegliere l’idrovolante come mezzo di trasferimento se non si sente sicuro della tenuta del proprio stomaco. Durante il trasferimento ci viene offerta dell’acqua gelata che per poco non mi causa una congestione con annesso arresto respiratorio, ma subito il gentilissimo maldiviano si riscatta offrendoci delle salviette umide con cui rinfrescarci.
Dopo cinquanta minuti di sobbalzi e spruzzi (meraviglioso!!) giungiamo in vista della “nostra” isola. Attracchiamo al pontile secondario, perché il principale è esposto al vento sostenuto che non consente l’avvicinamento.
Mentre ci dirigiamo alla reception i room boys ci portano i bagagli nelle stanze e noi possiamo “assaggiare” il paesaggio. Al bar ci viene offerto uno squisito cocktail di benvenuto e ci vengono consegnate le chiavi della nostra Beach Villa, c’è quindi il rompete le righe e ce ne andiamo tutti a pranzo.

isole maldive foto photo informazioni consigli utili isole maldive taj coral reef resort isola di hembadhoo atollo di male nord by Laura&Massimo dicembre 2004 L’isola che ospita il Taj Coral Reef è molto piccola, la si gira tutta in 5 minuti; parte del perimetro è coperta dalle Lagoon Villas, palafitte decisamente brutte che sono occupate in prevalenza da Giapponesi ed Indiani. I bungalows a disposizione della Eurotravel sono della Beach Villas situate nella vegetazione e fronte spiaggia. Le stanze sono molto belle, con una vetrata che offre una vista splendida sull’oceano, aria condizionata, pale al soffitto, frigo bar, TV satellitare e cassaforte in ogni Villa. Il bagno è grande e pulito, con doccia interna ed esterna, il letto viene presentato tutte le sere con i tipici origami fatti con le lenzuola ed in una occasione il room boy (lautamente ricompensato) lo ha ricoperto di fiori, uno spettacolo da vedere; la pulizia viene effettuata due volte al giorno.
Ogni villa ha la sua veranda e la sua dotazione di lettini e sedie da spiaggia, mentre ogni due ville sono sistemate delle amache doppie che garantiscono momenti di relax impagabili.
isole maldive foto photo informazioni consigli utili isole maldive taj coral reef resort isola di hembadhoo atollo di male nord by Laura&Massimo dicembre 2004 Paesaggisticamente parlando l’isola è molto bella anche se molto “costruita”, scordatevi Asdu, qui si ha l’impressione di stare in un hotel di lusso, tutto è perfettamente curato, la sabbia viene “pettinata” due volte al giorno, il resort (quattro stelle) è gestito dalla Taj una società Indiana che ha numerosi alberghi di alta categoria in tutto il sud est asiatico (quelli del Taj Exotica SPA and Resort per capirci). Quindi troverete una piscina, la Jacuzzi, la palestra, la libreria (tutto in uso gratuito) perfettamente tenute, oltre al Mandara SPA di altissimo livello che offre tante e flessibili soluzioni per la cura della persona. Il personale è molto numeroso ed in buona parte (la parte antipatica…) è Indiano, ma ci sono anche Giapponesi, Indocinesi, Italiani e ovviamente Maldiviani.
La caratteristica peculiare del Taj è quella di coniugare la bellezza del paesaggio con l’altissima qualità dell’accoglienza, ma come già detto questo si paga in termini di “presenza” della struttura.
Sull’isola ci sono due ristoranti, il principale offre specialità internazionali a buffet di buona qualità e ottima varietà, il cibo è decisamente speziato e abbastanza ripetitivo, anche se lo chef organizza serate a tema (Italiana, Messicana, Cinese, Maldiviana) le differenze quasi non si avvertono; c’è quasi sempre la possibilità di scegliere la pasta per chi lo desidera; chi ha bambini piccoli non deve preoccuparsi, il personale è sempre pronto a farsi in quattro per soddisfare tutte le esigenze. 
Il secondo ristorante “Palm Grill” consente (al prezzo di 40 dollari a persona) di regalarsi splendide cene in riva all’oceano con piatti di squisita fattura. 
Nel Resort è presente anche un bellissimo bar con terrazza sull’oceano, ma non saprei darvi indicazioni perché non l’ho provato.
L’animazione è assente; è inutile usare eufemismi tipo “soft” quando in realtà non viene praticata. Lo stesso Silvano ha provveduto a depennare la voce dal questionario di valutazione della soddisfazione. Non si possono spacciare la corsa dei paguri o la danza Balinese (da isole maldive foto photo informazioni consigli utili isole maldive taj coral reef resort isola di hembadhoo atollo di male nord by Laura&Massimo dicembre 2004 suicidio immediato) come animazione, ma comunque li troverete il martedì ed il mercoledì sera, il giovedì c’è la serata danzante sotto le stelle e negli altri giorni, se vi va, al bar c’è l’happy hour prima del tramonto.
Non ho provato il diving center, che comunque è presente, ben attrezzato e dotato di istruttore italiano (Luigi).
Molto vasta la possibilità di scelta delle escursioni:
· Tour in idrovolante – non provato 
· Tour in sottomarino – non provato 
· Island Hopping o giro delle isole – prevede il trasferimento in barca presso due altri resort (noi ne abbiamo visitato solo uno per le avverse condizioni del mare) e la visita all’isola abitata dalla popolazione locale (non l’isola dei pescatori). Sul resort di Lohifushi vi darò qualche dritta dopo, sull’isola tipica direi che vale la pena di farci un salto per rendersi conto delle condizioni di vita dei Maldiviani e per fare qualche acquisto a prezzi ragionevoli (dopo prolungate contrattazioni). 
· Picnic a Kudabandos e visita all’isola dei pescatori – non provato 
· Snorkeling alla lingua di sabbia – non provato 
· Fuga Romantica alla lingua di sabbia, con champagne, cena a lume di candela e colazione servita in camera – non provata 
· Gita a Malè – non provata 
· Escursione all’isola dei pescatori con visita a Gaafaru (questa escursione, praticamente inventata da Silvano della Eurotravel) – non l’abbiamo provata

La laguna e l’house reef sono splendidi, con decine di pesci diversi; il corallo è morto (anzi depigmentato) anche qui, ma sta rinascendo e mostra i primi sprazzi di colore. La barriera è facilmente raggiungibile (nel punto più vicino dista circa venti metri dalla riva) ed è ovviamente ricchissima di vita. 
Per concludere gli aspetti positivi, vorrei segnalare la serietà e professionalità del Tour Operator e la validissima presenza dell’assistente residente; Silvano si è dimostrato in ogni occasione disponibile e discreto, oltre ad essere simpatico e gentile (rimarrà fino ad aprile 2005).
isole maldive foto photo informazioni consigli utili isole maldive taj coral reef resort isola di hembadhoo atollo di male nord by Laura&Massimo dicembre 2004 Le note negative sono relative agli overwater decisamente brutti e deturpanti, tra l’altro sono fronteggiati dai numerosi muretti di protezione, i quali fortunatamente non affliggono altri tratti di costa. Discutibile anche l’intervento praticato per evitare l’erosione di alcuni tratti di spiaggia, in pratica è stato gettato del cemento sulla riva per evitare un’ulteriore arretramento della battigia, probabilmente in origine il cemento era ricoperto di sabbia, ma ovviamente il moto ondoso l’ha rimossa, quindi ora fa bella mostra di sé ed oltre ad essere oltremodo orrendo è anche pericoloso perché reso viscido dalla melma, quindi nei fatti, l’ingresso in acqua è impossibile nelle sue prossimità (cioè esattamente davanti alla nostra stanza). Ovviamente basta spostarsi di due metri per entrare da un’altra parte, ma comunque non è gradevole.
Due righe sul resort di Lohifushi visitato in escursione: la struttura è decisamente di basso livello, con lavori in corso di vastissime proporzioni, un cantiere di riparazione di dhoni (condito di tutti i rumori tipici di un’officina) ed un livello di pulizia decisamente sotto la media. 
Il periodo scelto per la vacanza doveva essere coincidente con l’avvio della stagione secca, effettivamente di acqua (piovana) ne abbiamo vista poca, ma abbiamo avuto un forte vento che ha battuto parte dell’isola TUTTI i giorni. Personalmente adoro il vento e per me è stato un plus, ma mi rendo conto che può rappresentare una bella seccatura, anche per gli effetti sulla corrente (molto forte).

I giorni sono passati troppo in fretta e ci siamo ritrovati la mattina della partenza con la ferma intenzione di disertare il viaggio di ritorno, ma ovviamente siamo ripartiti. Il volo è stato puntuale al decollo e ci ha regalato qualche minuto di anticipo all’atterraggio, la qualità dei pasti non risultava migliorata rispetto all’andata. 

Concludo dicendo che la vacanza è stata veramente splendida, la consiglio a tutti, ma mi raccomando tenete conto delle peculiarità del Resort altrimenti rimarrete delusi. 

Laura & Massimo

dicembre 2004 By Laura&Massimo

home page di www.tuttomaldive.it : sito web completamente dedicato alle isole maldive isole maldive viste da vicino : racconti, informazioni e consigli utili e foto dei viaggi o delle crociere degli amici di www.tuttomaldive.it
www.tuttomaldive.it