Villa Stella Maldive 2011
luglio/agosto 2011 by Claudia&Dario di www.tuttomaldive.it
17 luglio – 1° agosto 2011
IL DIARIO DI VIAGGIO NELL'ATOLLO DI DHAALU A VILLA STELLA, ISOLA DI RINBUDHOO, PRIMA GUEST HOUSE DELLE MALDIVE.

BY CLAUDIA&DARIO&ANNA&CHIARA

Per noi questo è un anno importante: 1991-2011, 20 anni dal primo viaggio alle Maldive. Quel settembre ci siamo innamorati di questo mare, della gente cordiale e ospitale e questo non poteva essere un viaggio come gli altri.

E così, quasi per caso, chiacchierando con il nostro amico Max Molteni, è nata l'idea di tornare a Villa Stella la prima guest house autorizzata alle isole Maldive, in questo modo avremmo potuto provare l’esperienza di vivere per due settimane su un’isola maldiviana, Rinbudhoo, e nello stesso tempo esplorare quella parte dell’atollo di Dhaalu, ricco di isole deserte e barriere coralline quasi, se non completamente, sconosciute.

Villa Stella in questi anni sta andando alla grande, in tanti tornano anno dopo anno e questo fa capire molto, più di mille parole.

L’abbiamo scoperta quasi per caso nel 2003 conoscendo Max sul nostro forum Tuttomaldive.

Le parole che abbiamo scritto qualche mese dopo il nostro ritorno sul guestbook di Villa Stella ( www.villastellamaldive.it ) ci sembrano perfette ancora oggi per cominciare questo nostro resoconto di viaggio:

"Abbiamo avuto l'onore di sbarcare per primi a Rinbudhoo e siamo stati accolti con un calore che non ci aspettavamo.
L'isola è uno spettacolo della natura, verdissima e circondata da un mare incredibile, ma forse perché è l'isola dei gioiellieri qui si nasconde un vero tesoro: l'atmosfera unica, la possibilità di conoscere le vere Maldive e condividere la vacanza anche con i maldiviani. Le nostre bimbe correvano felici giocando con gli altri bambini, noi passeggiavamo tranquilli girando per le vie e chiacchierando con la gente che stava sulla soglia di casa e abbiamo nuotato lungo il reef di alcune delle isole deserte più belle che abbiamo mai visto. Difficile esprimere cosa ti lascia dentro Rinbudhoo. Peter Pan cercava l'isola che non c'è, noi forse l'abbiamo trovata: seconda (Villa) Stella a destra...". Claudia&Dario di Tuttomaldive.it ( luglio 2003)

In queste poche righe è riassunta benissimo la vacanza tipica a Rinbudhoo, ed è ancora vero, sarà difficile esprimere cosa ci ha lasciato dentro.

Ma prima di raccontare la nostra esperienza con parole, foto e video, vogliamo cambiare un po' la scaletta del resoconto di viaggio e scrivere subito i ringraziamenti:

a Max, per la sua infinita pazienza e disponibilità 'prima' della partenza;
ad Alì, per la sua infinita pazienza e disponibilità 'dopo' il nostro arrivo;
a tutti gli amici di Rinbudhoo, italiani (Giovanna e Giuseppe) e maldiviani, che ci hanno fatto sentire a casa, fatto ridere a crepapelle e reso questo viaggio unico.

Qualche informazione pratica.
Abbiamo soggiornato per due settimane a Villa Stella, sull'isola di Rinbudhoo, nell'atollo di Dhaalu, conosciuto anche come Nilandhoo Sud. E sono volate.

Villa Stella è la prima guest house nata alle Maldive ed è ufficialmente riconosciuta e autorizzata dal Governo maldiviano.

Durante il nostro soggiorno è arrivato in visita ufficiale a Rinbudhoo il Presidente delle Maldive Mohamed Nasheed (Anni).

Ha chiesto espressamente di dormire a Villa Stella come aveva fatto in altre occasioni. Ma siamo arrivati prima noi…

Ci ha fatto piacere salutarlo, è stato molto cordiale, aveva in programma un incontro con i sindaci dell'isola, ma ha trovato il tempo per augurarci un buon proseguimento.

Proprio quel momento è stato immortalato dal fotografo ufficiale e siamo finiti sul sito del Presidente...  

Alì si occupa degli ospiti durante tutta la vacanza, il cuoco dello Sri Lanka Kumara (si pronuncia Kumà), sotto la sua sapiente guida, prepara colazione, pranzo e cena che vengono serviti sulla veranda. Preparatevi a ingrassare. Fanno una pasta al forno e un crem caramel… senza parlare dei tipici piatti maldiviani.

Curato anche il servizio alberghiero, le 3 camere sono spaziose e pulite, tutte con bagno privato e aria condizionata.
Un dhoni (tipica barca maldiviana) viene utilizzato per i vari spostamenti da Rinbudhoo e per lo snorkeling.

Per i più fortunati (come noi la prima settimana) al posto del dhoni dell’isola ci si sposta con Dhoni Stella, una piccola e lussuosa safari boat, o con il dinghy in dotazione.

Dotte e l’equipaggio di Dhoni Stella poi sono talmente simpatici da essere il valore aggiunto!

Per riassumere, quanto possibile, una giornata tipo a Villa Stella, la mattina dopo colazione si va a fare snorkeling su reef sempre differenti.

A Dhaalu ci sono solo due resort, all'orizzonte quindi si scorgono solo isole deserte e lingue di sabbia. Non passano navi da crociera o idrovolanti e potete immaginare quanta gente abbia pinneggiato su questi reef.

Per pranzo ti aspetta Doores, la splendida isola deserta a 5 minuti da Rinbudhoo. E’ in esclusiva per gli ospiti di Villa Stella! Kumà prepara il pranzo ‘al sacco’: una pasta fredda, dei tramezzini, frutta e Alì cuoce il pesce al momento.

Il pomeriggio può essere dedicato alla tipica attività che si pratica alle Maldive, sole - relax - snorkelling.

La cena a Villa Stella viene servita in veranda, dall'antipasto al dolce, con menù sempre differenti e molto attenti ai gusti degli ospiti e alle varie esigenze.

A noi piaceva concludere la serata fra chiacchiere e risate in veranda bevendo il caffè e fra chiacchiere e risate girando per l’isola.

Alì vi guida lungo tutta Rinbudhoo per scoprire le Moschee, il centro medico attrezzatissimo e con medico in loco tutto l’anno. La scuola, l’orafo, raccontandovi usi e costumi locali.

A volte è possibile andare a visitare un’altra isola dei pescatori, mangiare al ristorante, ma non vogliamo svelarvi tutto…

C’è chi ha la passione per lo snorkeling come noi e chi per la pesca, chi preferisce il contatto con la gente e chi ama prendere il sole tutto il giorno. Gli elementi più o meno sono questi, ma ognuno poi li dosa come preferisce.

Sulle isole dei pescatori portare rispetto alla popolazione con un abbigliamento consono non è difficile e non comporta particolari sacrifici. Per gli uomini in pratica non cambia niente, per le donne basta indossare una t-shirt e un pareo (o bermuda).

Certo non si può prendere il sole in una spiaggia di Rinbudhoo, come in nessun'altra isola dei pescatori, ma questo non rende impossibile fare snorkeling dalla riva. Noi con il benestare di Alì abbiamo indossato la T-shirt in lycra (che utilizziamo comunque sempre per sole e plancton) e in più solo dei pantaloncini da bagno (gentilmente scippati a Dario).

Ma questo solo a Rinbudhoo. Di norma da quando il dhoni si stacca dal pontile al mattino, è possibile stare in costume fino al tramonto…

Già da queste righe pensiamo si sia capito che il soggiorno a Villa Stella non è solo una vacanza, è un viaggio, è un’esperienza. Differente dalla vacanza in resort, se sia in meglio lo lasciamo decidere a voi.

Qui abbiamo cercato di raccontare Villa Stella in maniera obiettiva com'è nostra abitudine, pensiamo sia sufficiente per restare incuriositi, folgorati oppure capire che non fa per voi, ma rileggendo ci rendiamo conto che è impossibile trasmettere tutto quello che abbiamo vissuto in poche righe.

Così, per chi desidera approfondire e scoprire le emozioni di questo tipo di esperienza, abbiamo pensato di condividere il ‘Diario di viaggio’ quotidiano che abbiamo scritto la sera in veranda, fra la magia del Muezzin che chiamava alla preghiera dalla Moschea e le risate contagiose degli amici al tavolo, prima del giro stellata e con la pelle ancora calda del sole. Nella mente le immagini stupende ancora nitide che non volevamo dimenticare per niente al mondo…

Qui di obiettivo troverete poco…

Mettetevi comodi e buon viaggio!

leggi il diario del viaggio a villa stella maldive isola di rinbudhoo la prima guest house autorizzata alle isole maldive by Claudia&Dario

luglio/agosto 2011 by Claudia&Dario di www.tuttomaldive.it